Juve, primi botti. Ma Moratti risponde

Sembrava proprio che Mauricio Isla fosse destinato all’Inter e invece la Juve pare aver anticipato tutti piazzando un colpo espressamente richiesto da Antonio Conte. A dir la verita sono due i grandi colpi. Già perchè nella giornata di ieri, oltre al cileno, anche Kwadwo Asamoah ha preso diretto la via per Torino. Entrambi arriveranno in comproprietà per una cifra complessiva di circa 15 milioni di euro più una contropartita tecnica che è stata individuata in Saphir Taider, ventenne quest’anno al Bologna, che l’Udinese preferisce a Marrone e Pazienza, altre possibili pedine di scambio. A giugno del 2013 poi saranno corrisposti ai friulani altri 15 milioni per acquistare presumibilmente l’intero cartellino dei due calciatori. La trattativa è in fase molto avanzata e non è escluso che possa concludersi positivamente nelle prossime ore.

Chi esce danneggiato da questa vicenda è sicuramente l’Inter che, come detto, su Isla aveva puntato molto per la ricostruzione e il ringiovanimento della squadra. Il presidente Moratti però potrebbe non restare a guardare troppo a lungo. La società neroazzurra infatti è molto interessata a un altro gioiello dell’Udinese, Samir Handanovic, considerato l’erede ideale di Julio Cesar. La richiesta è di 14 milioni di euro ma nell’operazione potrebbe rientrare  Emiliano Viviano, cercato anche da altri club di A. Ma non è tutto. Dopo il mancato arrivo di Lavezzi (altro sogno sfiorato ma non realizzato), Marco Branca è pronto a un blitz in Brasile al fine di riallacciare i rapporti col San Paolo per Lucas Moura, priorità assoluta di Stramaccioni. C’è da battere la concorrenza del Real Madrid ma non c’è l’intenzione di farsi sfuggire un altro obiettivo per il prossimo anno. L’Inter prepara 18 milioni per il club verdeoro più 7 per gli impresari titolari del cartellino. Ma ancora non basta.

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.