Playoff LegaPro, due pareggi in vista del ritorno

Terminano in pareggio le due gare d’andata per i play-off di Lega Pro Prima Divisione, dove alle 15 il Trapani si è fato raggiungere sull’1-1 dalla Virtus Lanciano  e alle 17 la Pro Vercelli e il Carpi non sono andate oltre lo 0-0.

Nella gara giocata alle 15 tra Lanciano e Trapani i siciliani di Boscaglia riescono ad imporsi nel gioco conducendo il match per gran parte del primo tempo. Due le occasioni più nitide per i granata, che collezionano una buona occasione con un filtrante in area che Abate non riesce ad agganciare e sul finire della prima frazione con un sinistro a giro di Gambino che sorvola di poco l’incrocio dei pali.

Il vantaggio per gli ospiti però arriva puntuale al 2′ della ripresa su una punizione di Burraco dalla trequarti esterna e in mischia in area di rigore Caccetta ribadisce in rete. La squadra di Gautieri cerca di rialzarsi uscendo dalla propria metà campo, dov’era stata schiacciata dai siciliani fino a quel momento, e si presenta dalle parti di Pozzato con Turchi, che conclude in porta pericolosamente, ma l’estremo difensore granata chiude la saracinesca. Al 17′, però, i padroni di casa approfittano della concessione di un calcio di rigore per fallo di mano in area di Pagliarulo. Dal dischetto Volpe non sbaglia. Il pareggio ottenuto dal Lanciano è un’iniezione di fiducia che aiuta la formazione di casa a tener testa alla compagnie sicula, ma il risultato rimane invariato fino al termine del match. Pareggio che, contando il vantaggio in classifica del Trapani, favorisce i sicliani in vista del ritorno tra le mura amiche al Provinciale di Erice.

 

Nell’altra gara del girone A la Pro Vercelli, quinta in classifica nella regular season, prova il colpo contro il Carpi arrivato terzo. Gli uomini di Braghin dimostrano un buon approccio al match giocando la partita molto sul piano tattico. Il Carpi nelle prime battute cerca di contenere il gioco dei padroni di casa, ma nessuna delle due squadre riesce a trovare la via del gol facilmente. Al 38′, poi, la formazione piemontese rimane in dieci uomini per l’espulsione di Cancellotti per doppia ammonizione, un grosso handicap avendo da giocare ancora l’intero secondo tempo. Nonostante lo squilibrio numerico in campo, però, permane un forte bilanciamento anche nella seconda parte di gara, senza grosse emozioni e che si trascina fino al termine con poche occasioni degne di nota. E’ una grande opportunità per il Carpi, che potrebbe fare tesoro del suo vantaggio in classifica. Basta anche un altro pareggio agli emiliani per passare il turno e trovare così una storica promozione in Serie B.

TABELLINI:

LANCIANO (4-3-3): Aridità, Aquilanti, Mammarella, D’Aversa, Massoni, Rosania, Sarno, Vastola, Zetulayev (10’st Chiricò), Volpe, Turchi (28’st Margarita). A disp.: Amabile, Scrozza, Scapece, Novinic, Paghera. All. Cincione

TRAPANI (4-4-2): Pozzato, Lo Bue, Sabatino, Pagliarulo, Filippi, Pirrone ( 26’pt Domicolo), Barraco, Caccetta, Abate (43’st Mastrolilli), Gambino (42’st Cianni), Madonia. A disp.: Spezia, Daì, Priola, Montalbano. All. Boscaglia.

RETI: 47′ Caccetta (T); 62′ Volpe rig. (L)

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

 

PRO VERCELLI (4-3-1-2):  Valentini; Cancellotti, Ranellucci, Masi, Armenise; Germano, Calvi (81′ Rosso), Marconi; Espinal; Malatesta (40′ Murante), Martini (64′ Di Piazza). A disp: Miranda, Modolo, Fabiano, Iemmello. All.: Braghin

CARPI (4-3-1-2): Mandrelli; Laurini, Lollini, Cioffi, Di Gaudio (55′ Pasciuti); Concas, Memushaj, Poli; Boniperti; Ferretti (68′ Bocalon), Eusepi (81′ Kabine). A disp.: Bastianoni, De Paola, Perini, Potenza. All.: Notaristefano

ARBITRO: Abbattista di Molfetta

 

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.