Shock calcioscommesse: Mauri arrestato, Conte indagato

Nuova svolta per l’operazione “Last Bet” sullo scandalo calcioscommesse. Nuovi arresti “eccellenti” tra cui il giocatore della Lazio Stefano Mauri e perquisizioni in casa di Antonio Conte e nel ritiro della Nazionale a Coverciano, dove il difensore ex Genoa Domenico Criscito è stato iscritto nel registro degli indagati.

Piove sul bagnato. Sembra non avere mai fine lo scandalo calcioscommesse che sta affossando sempre più il calcio italiano. Gli Europei sono alle porte e il clima alla vigilia dell’importante competizione è simile a quello vissuto nel 2006 prima dei Mondiali con lo scandalo Calciopoli.

Nuovi aggiornamenti e indagini per lo scandalo scommesse da parte della polizia coordinata dalla Procura di Cremona. Nella notte, infatti, sono stati effettuati ben diciannove nuovi arresti, tra cui il giocatore della Lazio e della Nazionale Stefano Mauri, l’ex capitano del Genoa Omar Milanetto, attualmente in forza al Padova, e l’attaccante della Sampdoria Cristian Bertani.

Pesanti sospetti anche per il tecnico della Juventus Antonio Conte, indagato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva e sottoposto a perquisizione nel proprio domicilio. Perquisizioni anche nel ritiro della Nazionale di Prandelli a Coverciano, dove Domenico Criscito, difensore dello Zenit San Pietroburgo, ex Genoa, ha ricevuto un’avviso di garanzia.

Inizio di settimana amaro per il calcio nostrano. Ma se serve a tagliare la testa di questo cancro una volta per tutte, ben vengano questi provvedimenti.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.