“Criscito non parteciperà all’Europeo”

Raggiunto da un avviso di garanzia all’alba di oggi (alle 6.25 il blitz delle forze dell’ordine) in quel di Coverciano, Domenico Criscito, da tutti considerato uno dei probabili protagonisti per Euro 2012, indagato nella triste vicenda del calcio-scommesse, non andrà all’Europeo con la Nazionale italiana. La notizia, davvero di pochi secondi fa, ufficializza che il difensore napoletano dello Zenit San Pietroburgo è stato depennato dalla lista dei convocati dal cittì Cesare Prandelli.

Nella conferenza stampa tenutasi poco fa a nel centro sportivo di Coverciano, il vicepresidente della FIGC Demetrio Albertini ha rilasciato alcune dichiarazioni per chiarire a media e tifosi la vicenda che ha portato il difensore all’esclusione dalla spedizione azzurra in Polonia e Ucraina: “Siamo vicini a Mimmo Criscito per quello che gli è capitato, ma all’europeo non ci sarà. La tempistica di quanto capitato è stata ravvicinata alla partenza per la Polonia. Il suo obiettivo principale ora è risolvere più in fretta possibile la sua situazione. Si è scusato per aver creato un disagio alla squadra, anche se per lui senza colpa.

La magistratura deve fare il suo corso. Non avremmo mai immaginato una situazione del genere con Farina e Pisacane qui. Ho visto Mimmo davvero provato. La sua versione è credibile e mi ha convinto. Per quanto riguarda Mauri, è un giocatore che ha dato un contributo alla Nazionale, c’è anzitutto solidarietà, affinché lui come gli altri accusati possa dimostrarsi innocente“.

Riguardo la prossima lista dei convocati di Cesare Prandelli: “Saranno 25. Andremo a Parma in 25 per l’amichevole di domani con il Lussemburgo. I nomi li comunicherà Prandelli“.

Intanto Criscito si difende e urla la sua innocenza: “Non c’entro niente. Sono estraneo al fatto, ero solo a cena con alcuni tifosi del Genoa“.

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.