Lega Pro, risultati ritorno playoff e playout

Giornata importantissima sia in Prima che Seconda divisione di Lega Pro, dove, ad eccezione di Trapani-Cremonese, nel pomeriggio si giocavano le partite di ritorno di playoff e playout, utili a stabilire ultime promozioni e retrocessioni. Per quanto riguarda gli spareggi per salire di categoria si sono disputate le gare di semifinale, mentre per le sfide per non retrocedere i giochi sono ormai fatti.

PRIMA DIVISIONE GIRONE A

Playoff
Per quanto riguarda i playoff, le due squadre che si contenderanno l’accesso alla Serie B insieme alla Ternana saranno ProVercelli e Carpi. I piemontesi hanno pareggiato 0-0 allo “Iacovone” di Taranto e in virtù della vittoria 2-1 dell’andata accedono alla finalissima dove incontreranno i modenesi biancorossi, vincenti 1-0 in casa contro il Sorrento; i campani si erano imposti con lo stesso punteggio nella gara di andata, ma poiché durante la stagione regolare sono giunti alle spalle degli emiliani sono costretti a cedere il passo agli avversari.

Playout
Salutano la categoria il Monza, sonoramente sconfitto 4-1 a Viareggio, già vincente 1-0 all’andata, e la Spal, storica formazione del calcio italiano. I ferraresi, dopo il buon pareggio a reti bianche ottenuto a Pavia, crollano 2-0 in casa, consentendo agli azzurri di salvarsi. Lombardi ed emiliani scendono in Seconda Divisione insieme al Foligno.

PRIMA DIVISIONE GIRONE B

Playoff
La prima delle due finaliste del playoff del girone B della Prima Divisione è la Virtus Lanciano. Gli abruzzesi, forti dell’1-0 dell’andata, hanno pareggiato 2-2 sull’ostico campo del Siracusa, accedendo così all’atto conclusivo che determinerà la squadra che affiancherà lo Spezia di mister Serena nella salita in Sere B. A contendere il passaggio di categoria al Lanciano sarà il Trapani: i siciliani hanno pareggiato 1-1 in casa contro la Cremonese, stesso risultato dell’andato che premia i granata, meglio piazzati durante la stagione.

Playout
Giornata molto triste per il calcio italiano, visto che due squadre storiche come la Triestina ed il Piacenza vengono retrocesse in Seconda Divisione. Gli alabardati triestini dovevano recuperare il 2-0 dell’andata subito al “Francioni” di Latina, ma al “Nereo Rocco” il miracola non c’è stato ed i pontini si accontentano del 2-2 col quale mantengono la categoria. A prato, invece, i toscani superano 1-0 i biancorossi piacentini, eguagliando lo stesso risultato dell’andata a favore degli emiliani, ma in virtù del miglior piazzamento durante la stagione regolare sono i biancoazzurri di mister Esposito a esultare.

SECONDA DIVISIONE GIRONE A

Playoff
La sfida tra Cuneo e Virtus Entella deciderà il nome della terza formazione che accompagnerà l’anno prossimo in Prima Divisione Treviso e San Marino già qualificate. Dopo il pareggio a reti bianche dell’andata, al “Fratelli Paschiero” i piemontesi hanno superato col minimo scarto il Rimini, staccando il passa per la finale promozione contro i liguri che hanno pareggiato 2-2 sul campo del Casale, ma forti del 3-2 ottenuto in casa all’andata, accedono all’ultimo atto di una stagione lunghissima che darà tra qualche giorno il suo ultimo verdetto.

Playout
Il Lecco è l’ultima formazione che retrocede in Serie D. Nella gara di ritorno del derby lombardo contro il Mantova, la formazione i mister Modica perde 2-1 al “Martelli” della città giuliana e, visto l’1-1 dell’andata, scende di categoria, raggiungendo Valenzana, Sanbonifacese e Montichiari.

SECONDA DIVISIONE GIRONE B

Playoff
La Paganese ed il Chieti sono le due formazioni rimaste in lizza per un posto nel paradiso della promozione in Prima Divisione. I campani vincono anche a Lamezia contro la Vigor, bissando l’1-0 dell’andata e in finale troveranno gli abruzzesi neroverdi che hanno pareggiato 1-1 contro i laziali dell’Aprilia. Parità 2-2 anche nella gara di domenica scorsa, ma in virtù di un miglior piazzamento durante la stagione regolare, sono i teatini a superare il turno. La vincente raggiungerà Perugia e Catanzaro già promosse.

Playout
La Neapolis scende di categoria dopo due anni di permanenza nella Seconda Divisione. I campani perdono 1-0 sul campo della Vibonese e dicono addio ai professionisti; gioia invece per i calabresi, vincenti anche nella sfida in trasferta di sette giorni fa per 2-0.

 

 

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.