Mondomercato, tutti gli affari e le trattative di giornata

Siamo ormai alla fine di maggio e il calciomercato sta pian piano entrando nel vivo. Con le panchine di alcuni club di A ancora da assegnare, il mercato dei calciatori è tutto concentrato intorno al nome di Ezequiel Lavezzi, in procinto di passare al Psg ma con l’Inter che non molla la presa tentando di far valere la preferenza del Pocho per la maglia neroazzurra. Dieci milioni più la metà di Ranocchia e il cartellino di Pandev potrebbe essere la base di partenza per cercare di bruciare gli sceicchi parigini, pronti a mettere sul piatto 26 milioni di euro più bonus che avvicinerebbe sensibilmente la cifra della clausola rescissoria di 31,8 milioni. Inter che è attivissima e dopo aver praticamente ufficializzato Palacio (oggi il calciatore dopo le visite mediche era in sede per firmare un triennale), cerca di stringere per Mauricio Isla, per il quale l’Udinese chiede in cambio Coutinho e Faraoni oltre che una sostanziosa offerta economica.

JUVE, OBIETTIVO ASAMOAH  L’Udinese potrebbe dover rinunciare anche a un altro big, quel Kwadwo Asamoah che tanto piace alla Juventus come confermato esplicitamente dallo stesso Marotta. La dirigenza bianconera potrebbe approfondire il discorso già lunedi dopo l’assemblea di Lega. L’idea di Pozzo è anche in questo caso di chiedere una contropartita tecnica che è stata individuata nel ventiduenne Luca Marrone. Potrebbe rientrare nella trattativa anche il riscatto di Michele Pazienza. In serata poi la Juve ha ufficializzato il riscatto di Martin Caceres, che è interamente un calciatore bianconero e lo sarà fino al 2016.

MILAN RISCHIO BOATENG  Mai come quest’anno l’altra grande del nord sembra essere in difficoltà a tenere i suoi gioielli. Dopo le voci su Ibra (che oggi ha confermato le difficoltà economiche del Milan) e Thiago Silva tocca ora a Kevin Prince Boateng essere accostato alle grandi d’Europa. Non è un mistero che il ghanese sia oggetto del desiderio di Josè Mourinho che farebbe carte false per portarlo al Real Madrid. Anche il Manchester United, che intanto è sempre più vicino a Kagawa, potrebbe presto effettuare un sondaggio. Non è escluso comunque che Galliani offra al ‘Boa’ il prolungamento di contratto fino al 2016 per mettere una volta per tutte fine alle voci.

PALETTA PER IL NAPOLI  Il Napoli, che ancora aspetta di sapere se continuerà con Mazzarri o meno, ha individuato il rinforzo per il reparto difensivo. Oltre a Ranocchia infatti, che come detto potrebbe entrare nel discorso Lavezzi, Riccardo Bigon avrebbe sondato la possibilità di portare in Campania Gabriel Paletta. La richiesta del Parma è sembrata eccessiva (circa 8 milioni di euro) ma le parti si risentiranno per cercare di limare la distanza tra domanda e offerta.

ROMA SUGGESTIONE ZEMAN  Ancora da sciogliere il nodo allenatore per la Roma. Le quotazioni di Montella sembrano in ribasso e riprendono quota  sia quelle di Villas- Boas che quelle de ‘El loco’ Bielsa. Nelle ultime ore poi sembra farsi più concreta la suggestione dell’arrivo di Zdenek Zeman, il quale lascerebbe Pescara solo per ritornare nella Capitale. Intanto Sabatini è a Madrid per il riscatto di Fernando Gago dal Real e per valutare la possibilità di cedere Osvaldo, cercato da Malaga e Atletico Madrid (accostato anche al Real stesso). Caprari intanto freme per rientrare e con lui potrebbero arrivare Merkel e Destro del Genoa oltre a Giroud del Montpellier per il quale però bisogna battere la forte concorrenza dell’Arsenal.

PRADE’ UFFICIALE, GENOA SOGNA LODI  La Fiorentina ha ufficiaizzato Daniele Pradè che ricoprirà il ruolo di direttore sportivo. Per la panchina in pole rimane Ranieri ma occhio a Montella che piace all’ex ds giallorosso. A Genova sponda rossoblù si continuerà con De Canio e si sogna per il centrocampo il colpo Lodi. Proprio il Catania del nuovo direttore sportivo Salerno pensa a Marco Storari per la porta ma l’estremo difensore bianconero guadagna troppo per le casse rossoazzurre. Infine è ufficiale il nuovo allenatore del Cesena: si ripartirà da Nicola Campedelli, ex Cesenatico e Bellaria e fratello del presidente Igor…

 

 

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.