Calciomercato serie B

La serie B è ancora ben lontana dalla sua conclusione: da stabilire il nome della terza retrocessa e la griglia per playoff e playout. Nel frattempo, però, è già calciomercato. Molto attive le squadre che poco o nulla hanno da chiedere a questa ultima giornata di campionato, a partire dal Pescara di Zeman.

In attesa di stabilire il proprio futuro, che comunque dovrebbe essere ancora tinto di biancoazzurro, il boemo bussa alla porta del Cagliari. Gli obiettivi sono Salvatore Burrai e Marco Sau, già alle dipendenze del ceco a Foggia. Il patron Sebastiani, intanto, dichiara di voler trattenere Insigne per un altro anno.

A Sassuolo si pensa già al successore di Fulvio Pea, il quale ha molto mercato e potrebbe anche lasciare l’Emilia. L’ultima pretende per il tecnico ex Inter è la Fiorentina, la quale è uscita allo scoperto nella giornata odierna. Al momento ci sarebbe stato solo un semplice sondaggio, chissà che le cose non si evolvano nei prossimi giorni. Giorgio Squinzi, presidente del Sassuolo e della Mapei, ha contattato per precauzione Attilio Tesser: sarà però difficile strapparlo al Novara.

L’altra neopromossa, il Toro di Ventura, prepara un ritorno nella massima serie in grande stile: Pasquale, Cerci e Barreto gli obiettivi più ambiti, tutti raggiungibili per vari motivi. C’è l’idea di una rivoluzione anche tra i pali, dove Benussi e Coppola probabilmente non vedranno rinnovati i loro contratti. Per sostituirli si parla di Sorrentino, il grande favorito, Boruc e Arcari.

Aria di cambiamenti anche a Padova, il patron Cestaro ha deciso di ridimensionare le spese dopo il mancato raggiungimento dei playoff. I quadri dirigenziali, molto ricchi, saranno decisamente sfoltiti ed a pagarne le conseguenze potrebbe essere anche Rino Foschi. Dal Canto non sarà riconfermato, per lui si parla di Reggina o Modena.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.