Tutto pronto per l’addio, Lavezzi vicino al Psg

La serata di ieri si è conclusa con le lacrime di Ezequiel Lavezzi dopo la storica Coppa Italia conquistata dal Napoli a scapito della Juventus campione d’Italia. Lacrime di commozione, lacrime di addio probabilmente. Già perchè il ciclo del Pocho a Napoli potrebbe essersi concluso con la serata dell’Olimpico. L’argentino crede che a 27 anni sia ora di cambiare aria ed è alla ricerca di una squadra che possa garantirgli stabilmente l’accesso in Champions League e che rappresenti un’opportunità importante dal punto di vista economico prima di fare ritorno nella sua amata Argentina a fine carriera.

 La prima scelta sarebbe l’Inter ma i neroazzurri difficilmente potranno mettere sul piatto i 31,8 milioni richiesti da De Laurentiis, il quale non vuole ricevere nemmeno un euro di meno della clausola rescissoria prevista nel contratto del Pocho. Anche per questa ragione Moratti ha virato prepotentemente sul genoano Rodrigo Palacio, vicinissimo ormai all’approdo a Milano. In corsa c’è anche l’Anzhi di Eto’o che potrebbe tranquillamente coprire d’oro Lavezzi ma diciamo che il campionato russo non è proprio il massimo delle aspirazioni per un calciatore di tale livello.

 E allora ecco che il club più accreditato a mettere le mani sul talento argentino è quel Psg ancora scottato dall’impresa del Montpellier, che ha impedito ad Ancelotti di trionfare in Ligue 1. Quella dei francesi è l’unica offerta già pervenuta al Napoli e si aggirerebbe intorno ai 22-23 milioni più bonus grazie ai quali la cifra della clausola sarebbe sensibilmente avvicinata.

 Accordo vicino? Probabile, e dal manager del calciatore Alejandro Mazzoni arrivano già i primi segnali: “Il Pocho andrà al Psg, l’unico club in grado di pagare l’importo del trasferimento. Non è un semplice rumors di mercato ma una possibilità concreta”. Parole pesanti che avvicinano uno dei più importanti talenti del nostro campionato alla corte degli sceicchi di Francia.

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.