Il segreto del Chelsea? DVD strappalacrime e…

Quando si dice inventarsele tutte. Il Chelsea di Roberto Di Matteo ha vinto la prima Champions League della sua storia e i motivi di questo grande successo sono tanti e vanno anche oltre la consuetudine.

Se il trionfo di Monaco di Baviera è frutto del grandissimo lavoro tecnico-tattico dell’allenatore italiano, capace di rilevare la squadra dopo l’esonero di Villas Boas, è anche vero che lo stesso Di Matteo si è reso protagonista di un pre-gara fuori dal comune. Da quanto si apprende, infatti, l’ex giocatore della Lazio avrebbe fatto proiettare un DVD per motivare i giocatori. Nel filmato, familiari e amici dei ‘Blues’ avrebbero incitato i loro cari a vincere con incoraggiamenti strappalacrime. Non solo, ma nel suddetto DVD l’allenatore dei londinesi avrebbe pensato bene di riportare ogni suo calciatore agli inizi delle rispettive carriere per caricare l’atmosfera di patos e orgoglio. A quanto pare, ha funzionato, e alla grande.

Ma Di Matteo non è stato l’unico a studiare attentamente ogni piccolo particolare per arrivare alla finale più preparato che mai. Il portiere del Chelsea, Petr Cech, infatti, a quanto si vocifera, nelle due ore di volo da Londra a Monaco, avrebbe studiato tutti i DVD riportanti i calci di rigore battuti dai giocatori del Bayern Monaco dal 2007 ad oggi, per prendere appunti sul modo di calciare i penalty dei giocatori tedeschi nel caso in cui, come poi è stato, la finale si fosse prolungata fino a decidersi dagli undici metri. Risultato: tre rigori parati, tra cui quello a Robben nei tempi supplementari che ha tenuto in vita gli inglesi, e tutti gli altri intuiti. Una prestazione pazzesca del portiere ceco, tra i grandi protagonisti della vittoria del Chelsea e, ora, si capisce anche il perché.

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.