Verso Euro 2012: le edizioni precedenti – Germania Ovest 1980

La Germania Ovest del dopo Beckenbauer, Heynckes e Muller torna Campione mostrando all’ Europa i giovani Mattheus, Rummenigge e Schuster. L ‘Italia, paese ospitante, esce da imbattuta.

QUALIFICAZIONI

Per la prima volta nella storia dei campionati europei la fase finale è allargata ad 8 squadre e il paese ospitante viene designato prima delle qualificazioni, con ammissione automatica per la nazionale di casa, in questo caso l’ Italia. Alle qualificazioni partecipano 31 nazionali suddivise in tre gruppi da cinque squadre e quattro da quattro squadre, con la prima classificata qualificata alle fasi finali. L’ Inghilterra con sette vittorie ed un pareggio è la migliore formazione delle qualificazioni, l’ Islanda la peggiore con otto sconfitte in altrettante gare e con solo due gol all’ attivo.

GRUPPO 1: INGHILTERRA 15 punti, Irlanda del Nord 9, Irlanda 7, Bulgaria 5, Danimarca 4

GRUPPO 2: BELGIO 12 punti, Austria 11, Portogallo 9, Scozia 7, Norvegia 1

GRUPPO 3: SPAGNA 9 punti, Jugoslavia 8, Romania, 6, Cipro 1

GRUPPO 4: OLANDA 13 punti, Polonia 12, Germania Est 11, Svizzera 4, Islanda 0

GRUPPO 5: CECOSLOVACCHIA 10 punti, Francia 9, Svezia 4, Lussemburgo 1

GRUPPO 6: GRECIA 7 punti, Ungheria 6, Finlandia 6, URSS 5

GRUPPO 7: GERMANIA OVEST 10 punti, Turchia 7, Galles 6, Malta 1

 

FASE FINALE

Le otto squadre partecipanti alla fase finale vengono divise in due gruppi da quattro, ma vengono escluse (ed è l’ unica edizione in cui accade) le semifinali; le due vincenti dei rispettivi gruppi vanno infatti direttamente in finale, mentre le due seconde disputano la finalina per il terzo e quarto posto.

Paese ospitante: ITALIA

Periodo: 11-22 Giugno 1980

Città e stadi: ROMA (Stadio Olimpico), MILANO (Stadio Meazza), NAPOLI (Stadio San Paolo), TORINO (Stadio Comunale)

Partite Gruppo A: Germania Ovest-Cecoslovacchia 1-0 (Rummenigge) / Olanda-Grecia 1-0 (Kist [Rig.]) / Germania Ovest-Olanda 3-2 (3 Allofs [G], Rep [O], Van deKerkhof [O]) / Cecoslovacchia-Grecia 3-1 (Panenka [C], Anastopoulos [G], Vizek [C], Nehoda [C]) / Olanda-Cecoslovacchia 1-1 (Kist [O], Nehoda [C]) / Grecia-Germania Ovest 0-0 

Classifica Gruppo A: GERMANIA OVEST 5, CECOSLOVACCHIA 3, OLANDA 3, GRECIA 1

Partite Gruppo B: Belgio-Inghilterra 1-1 (Wilkins [I], Ceulemans [B]) / Italia-Spagna 0-0 / Belgio-Spagna 2-1 (Gerets [B], Quini [S], Cools [B]) / Italia-Inghilterra 1-0 (Tardelli) / Inghilterra-Spagna 2-1 (Brooking [I], Dani [S][Rig.], Woodcock [I]) / Italia-Belgio 0-0

Gruppo B: BELGIO 4, ITALIA 4, INGHILTERRA 3, SPAGNA 1

 

FINALE TERZO POSTO

Italia-Cecoslovacchia 8-9 (d.c.r.) (1-1 al 90’: 54’ Jurkemik, 73’ Graziani) – 21 Giugno, Napoli

FINALE

Germania Ovest-Belgio 2-1 22 Giugno, Roma, Stadio Olimpico (spett. 47.864)

GERMANIA OVEST (4-3-3): Schumacher; Stielike, Forster, Dietz, Kaltz; Briegel (55’ Cullmann), Muller, Schuster; Rummenigge, Hrubesch, Allofs. CT Jupp Derwall

BELGIO (4-4-2): Pfaff; Gerets, Millecamps, Meeuws, Renquin; Cools ©, Vandereycken, Van Moer, Van der Elst; Mommens, Ceulemans. CT Guy Thys

Arbitro: Nicolae Rainea (Romania)

Marcatori: 10’, 88’ Hrubesch, 75’ Vandereycken (Rig.)

 

IL CAMMINO DELLA NAZIONALE ITALIANA

La nazionale azzurra non partecipa alle qualificazioni in quanto paese ospitante di Euro 1980, ma la squadra di Enzo Bearzot arriva alla manifestazione con vari problemi, fra tutti quello del calcioscommesse che ha tolto dalla rosa, tra gli altri, Paolo Rossi e Bruno Giordano. La rosa azzurra è relativamente giovane (solo tre calciatori superano i trent’anni) e raccoglierà frutti da quest’ esperienza nel Mondiale spagnolo di due anni piu’ tardi. L’ Italia finisce il Gruppo B con un solo gol segnato e nessuno subìto, terminando imbattuta ma senza possibilità di disputare la finale di Roma, non riuscendo a battere il Belgio nell’ ultima e decisiva gara del girone. Arriverà solo la finalina di consolazione, contro la Cecoslovacchia, anche questa pareggiata e poi persa soltanto ai calci di rigore.   

 

I CAMPIONI

Portieri: Harald SCHUMACHER (1954, Colonia), Walter JUNGHANS (1958, Bayern Monaco), Eike IMMEL (1960, Borussia Dortmund)

Difensori: Hans-Peter BRIEGEL (1955, Kaiserslautern) Bernhard CULLMANN (1949, Colonia), Karlheinz FORSTER (1956, Stoccarda), Bernard DIETZ (1948, Duisburg), Bernd FORSTER (1956, Stoccarda), Herbert ZIMMERMANN (1954, Colonia), Manfred KALTZ (1953, Amburgo)

Centrocampisti: Bernd SCHUSTER (1959, Colonia), Hansi MULLER (1957, Stoccarda), Caspar MEMERING (1953, Amburgo), Rainer BONHOF (1952, Valencia), Felix MAGATH (1953, Amburgo), Uli STIELIKE (1954, Real Madrid), Calle DEL’HAYE (1955, Borusia Monchegladbach), Lothar MATTHAUS (1961, Borussia Monchegladbach), Miroslav VOTAVA (1956, Borussia Dortmund)

Attaccanti: Karl-Heinze RUMMENIGGE (1955, Bayern Monaco), Horst HRUBESCH (1951, Amburgo), Klaus ALLOFS (1956, Fortuna Dusseldorf).

 

LA STELLA

Horst Hrubesch (1951)

L’ attaccante dell’ Amburgo fu la sorpresa della selezione tedesca agli Europei, risultando decisivo nella finale contro il Belgio grazie a una doppietta che permise ai suoi di avere la meglio per 2-1 proprio in extremis. Autentico specialista nel colpo di testa (segnò di testa 81 dei suoi 136 gol in Bundesliga), arrivò un po’ tardi al grande calcio, conquistando la prima maglia tedesca soltanto a 28 anni. Con l’ Amburgo vinse 3 Campionati e una Coppa dei Campioni nell’ 82/83. E’ tutt’ora selezionatore dell’ Under 21 tedesca.

 

IL COMMISSARIO TECNICO


Jupp Derwall (1927-2007)

Già assistente di Helmut Schon, Derwall lo sostitui alla guida della nazionale tedesca dopo il Mondiale del 1978 e al primo grande evento conquistò l’ Europeo del 1980. Nel Mondiale del 1982 si arrese solo all’ Italia nella finale del Santiago Bernabeu, mentre fallì la qualificazione alle semifinali a Euro ’84 uscendo nel girone con Spagna, Portogallo e Romania. Ha allenato in Svizzera e in Turchia, dove ha vinto due campionati alla guida del Galatasaray; da calciatore ha militato soprattutto nell’ Alemannia Aachen e nel Fortuna Dusseldorf, collezionando anche due presenze in nazionale maggiore.

UEFA TEAM OF THE TOURNAMENT

Zoff (Italia); Gentile (Italia), Scirea (Italia), K. Forster (Germania Ovest), Briegel (Germania Ovest), Tardelli (Italia), Ceulemans (Belgio), Schuster (Germania Ovest), Muller (Germania Ovest), Rummenigge (Germania Ovest), Hrubesch (Germania Ovest)

CAPOCANNONIERE

Klaus Allofs (Germania Ovest) 3 gol

 

Condividi
Cresciuto a pane e calcio ma malato di sport americani sia professionistici che collegiali, faceva parte del primo MondoPallone. Ha collaborato, tra gli altri, con Calciomercato.com, RealSport e Firenzenews. Ha molte esperienze di eventi sportivi dal vivo in diversi Paesi.