Bun’sliga, spareggio-retrocessione: l’Hertha scende in Zweite Liga

La stagione calcistica in Germania si chiude con un’autentica sorpresa: l’Hertha Berlino conclude come peggio non poteva un anno da incubo, retrocedendo in Zweite Liga dopo lo spareggio retrocessione con il Fortuna Dusseldorf. Dopo aver perso la gara di andata del Relegationsspiel, lo spareggio che nel campionato tedesco mette di fronte la terzultima classificata della Bundesliga e la terza della seconda serie teutonica, i berlinesi di mister Otto Reahhgel non riescono a rimontare e impattano 2-2 nella partita di ritorno, salutando amaramente il massimo torneo nazionale.

Emozioni forti alla “Esprit Arena” di Dusseldorf, dove i biancorossi padroni di casa di mister Norbert Meier vanno in vantaggio dopo appena un giro di lancette con una rete di Beister, ma al 23′ giunge il momentaneo pari dei bianco blu con il tunisino Ben-Atira. Il centrocampista diventa il protagonista in negativo dell’incontro per i berlinesi, visto che inizio ripresa si fa espellere ingenuamente per doppia ammonizione.

Ne approfittano subito i locali che tornano in vantaggio con Jovanovic; sembra fatta per il Fortuna, avanti di una rete e con l’uomo in più, ma a 5′ dalla fine il brasiliano Raffael segna le rete del 2-2 che mette i brividi agli spettatori dello stadio di Dusseldorf. Ultimi minuti concitatissimi, con l’Hertha nervosissima e in avanti alla disperata ricerca del gol, ma la retroguardia dei locali fa buona guardia e porta in dirittura d’arrivo un’impresa che sembrava impossibile visto la differenza di categoria.

Scoramento per l’Hertha, che viene retrocesso di nuovo nel giro di pochi anni, mentre è infinita la gioia

 

Bundesliga – Spareggio retrocessione-promozione

Andata

Hertha Berlino-Fortuna Dusseldorf: 1-2 (19′ Hubnik, 65′ Bröker, 71′ aut.Ramos)

Ritorno

Fortuna Dusseldorf-Hertha Berlino: 2-2 (1′ Beister, 23′ Ben-Hatira, 59′ Jovanovic, 85′ Raffael

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.