VIDEO – L’ingresso di Nesta e il gol di Inzaghi: San Siro ESPLODE!

Milan-Novara, 81′ minuto, sostituzione per il Milan: Aquilani lascia il campo per far posto ad Alessandro Nesta, in campo per l’ultima volta con la maglia rossonera prima del suo annunciato addio. Un tifoso presente a San Siro immortala il momento realizzando un video amatoriale e riprendendendo quell’attimo storico e importante per i tifosi milanisti e gli appassionati di calcio. Pochi secondi dopo e lo stadio intona quel coro che per tanti anni ha accompagnato le partite del difensore romano: “Sandro Nesta alè, Sandro Nesta alè…”.

La camera del videoamatore indugia sul numero 13 rossonero, ne segue i movimenti, ne filma le emozioni… poi un movimento brusco, rapido, uno “scatto” di 50 metri: Filippo Inzaghi, lanciato da Clarence Seedorf, altre due pietre miliari della storia del Milan, è solo davanti a Fontana, il portiere avversario. Nemmeno il tempo di sospirare, di trepidare… il pallone è già in rete, San Siro ESPLODE!

L’applauso – anzi – la standing ovating è ovvia conseguenza: Inzaghi corre sotto la curva per esultare con i suoi tifosi; tutti i compagni di squadra, escluso Amelia in porta, lo inseguono per abbracciarlo, per festeggiare insieme. Tra loro Gennaro Gattuso, il quarto fedele moschettiere che finirà la partita come l’aveva iniziata, commosso e in lacrime, e Gianluca Zambrotta, anche lui incapace di trattenere le emozioni.

È tempo di ritornare a centrocampo perchè la partita, il calcio, la vita continuano… ma Pippo non resiste, vuol godersi al meglio quegli attimi, si inginocchia ancora verso la curva, bacia la maglia… poi torna anche lui verso il centro del campo, mandando baci alla tribuna e ricevendo i complimenti di Marco Rigoni, capitano del Novara, e di Massimiliano Velotto, l’arbitro dell’incontro. Arriva il fischio, il match ricomincia…

Nesta, Zambrotta, Gattuso, Seedorf, Inzaghi: protagonisti di 10 anni di trionfi, di emozioni, una parte di cuore rossonero che se ne va… il loro commosso addio alla “Scala del calcio”, tra le lacrime generali, è sicuramente lo spot migliore per il mondo del pallone, da cui un calcio violento, corrotto e saturo di polemiche deve ricominciare.

Perchè il bello del calcio è quanto visto ieri a San Siro: amore, passione… esultare per un gol, commuoversi per un saluto…

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983. Perito informatico all’ITIS di Fermo ed ex arbitro FIGC. Polemico per natura e critico per vocazione: esperienza nel giornalismo, “in progress”; passione per lo sport, tanta. Email: fdscafa@mondosportivo.it