Premier League, i verdetti della stagione 2011/2012

Con le gare del 38/o e ultimo turno si è chiusa la Premier League stagione 2011/2012. Un’edizione, la centotredicesima dello storico torneo calcistico britannico, mai come quest’anno incerta ed emozionante; la vittoria finale è andata al Manchester City, alla terza affermazione della sua storia, ma è stata una dura lotta fino all’ultima giornata con i cugini dello United, giunti a pari punti, ma penalizzati dal vantaggio Citizens negli scontri diretti. Insieme alle due squadre di Manchester vanno direttamente in Champions l’Arsenal ed il Chelsea, in quanto detentore del trofeo, pur non essendo arrivato tra le prime quattro.

Proprio per questo, la delusione maggiore è quella del Tottenham: gli Spurs, pur arrivati quarti, dovranno partecipare “solo” all’Europa League, poiché nessuna federazione può iscrivere più di quattro squadre alla vecchia Coppa dei campioni. Tra le sorprese della stagione merita sicuramente un elogio il Newcastle: i Magpies sono la vera rivelazione della stagione, guidati dall’ottimo Alan Pardew con un super bomber come Papiss Cissé. Salutano la Premier, infine, il Wolwerhampton, il Blackburn ed il Bolton.

Ecco tutti i verdetti ed i numeri della stagione 2011/2012 della Premier League:

Campione d’Inghilterra 2011/2012: Manchester City
Ammesse alla Champions League 2012/2013: Manchester City, Manchester United e Arsenal
Ammessa ai preliminari della Champions League 2012/2013: Chelsea
Ammesse alla Europa League 2012/2013: Liverpool, Tottenham e Newcastle
Retrocesse in Championship 2012/2013: Wolwerhamton, Blackburn e Bolton
Promosse nella Premier League 2012/2013: Reading, Southampton, West Ham
Capocannoniere: van Persie (Arsenal), 30
Partite giocate: 380
Gol totali realizzati: 1067
Miglior attacco: Manchester City, 93 gol
Miglior difesa: Manchester City, 29 gol
Peggior attacco: Stoke City, 36 gol
Peggior difesa: Wolwerhamton, 82 gol

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.