Pirlo: “Via per colpa di Allegri”

Il centrocampista della Juventus Andrea Pirlo ha raccontato a ‘La Gazzetta dello Sport’ la sua versione del divorzio dal Milan della scorsa stagione e il suo approdo alla Juventus che ha trascinato a vincere lo scudetto proprio davanti alla sua ex squadra. Accuse pesanti rivolte verso il tecnico Massimiliano Allegri che avrebbe preferito all’azzurro Massimo Ambrosini e Mark van Bommel nel ruolo di regista.

“Col Milan le cose sono andate così: – esordisce Pirlo – Quando abbiamo parlato del rinnovo mi hanno proposto un contratto annuale, mentre io chiedevo un triennale perché ero più giovane degli altri a scadenza di contratto e potevo dare ancora molto. Ma non è stato questo il motivo del divorzio, come non è vero che sia stata una questione economica ad allontanarmi dal Milan. Il vero colpevole è Allegri. Il mister voleva piazzare davanti la difesa, nel mio ruolo, Ambrosini o van Bommel costringendomi a cambiare ruolo. Li ho capito che il Milan voleva fare a meno di me e che Allegri aveva altre preferenze. A quel punto ho detto ‘no grazie’ e ho cercato un’altra sistemazione. La Juve mi offriva motivazioni importanti e mi ha convinto a sposare il loro progetto”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.