Parte il valzer delle panchine, come cambia la Serie A

Quello che sta per concludersi è il campionato che ha fatto registrare il maggior numero di esoneri (ben 19)
e mai come quest’anno gran parte delle squadre di serie A sono pronte alla rivoluzione totale che coinvolgerà allenatori ma anche dirigenti e direttori sportivi. Fiorentina, Palermo, Genoa, Siena sono infatti le piazze in cui il cambio del tecnico sarà accompagnato da modifiche dal punto di vista dirigenziale.

 I viola sono alla ricerca di un allenatore che sostituisca Vincenzo Guerini, alla guida della squadra per le ultime due partite. I nomi che circolano con maggiore insistenza sono quelli di Ranieri, Montella (che però si è già promesso alla “sua” Roma) e Pioli ma occhio alle sorprese Gasperini e Mazzarri, possibile obiettivo in caso di clamorosa rottura con De Laurentiis. Gabriele Oriali invece è l’indiziato numero uno per svolgere un ruolo importante come direttore sportivo prendendo il posto di Pantaleo Corvino

Situazioni complicate sono sicuramente anche quelle di Genoa e Palermo, entrambe protagoniste della corsa all’attuale tecnico del Siena Giuseppe Sannino. I rosanero sembrano essere in vantaggio vista anche la presenza di Giorgio Perinetti, suo primo direttore in Serie A. Il Genoa dal canto suo è pronto ad annunciare Pietro Lo Monaco come amministratore delegato e Sean Sogliano come direttore sportivo.

 Delle romane già qualcosa si è parzialmente accennato, con Montella pronto a subentrare al sempre più lontano Luis Enrique. L’aereoplanino ha vinto il ballottaggio con Villas Boas mentre Capello,Prandelli e Bielsa  rimangono opzioni poco realistiche per motivi differenti. A Catania si pensa a Di Carlo e Marino come possibili alternative all’ex centroavanti friulano.

 Sull’altra sponda del Tevere Edy Reja è pronto a dire addio e Lotito per rimpiazzarlo sarebbe indeciso tra Gianfranco Zola, già contattato qualche settimana fa, e lo stesso Giampiero Gasperini. Occhio poi ai possibili scenari in casa Napoli. In caso di divorzio da Mazzarri sarebbe pronto l’ottimo Stefano Pioli, autore di una grande stagione alla guida del Bologna.

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.