Juve, dopo la terza stella, ora la terza fascia

Ancora inebriati dall’inaspettato successo tricolore, dalle parti di Corso Galileo Ferraris dovranno presto cominciare a fare i conti col futuro. Che non promette di certo tutto rose e fiori.

Dopo la discussa questione terza stella sì – terza stella no, infatti, la Juventus dovrà iniziare a programmare il futuro che la vedrà direttamente inserita nel tabellone principale della fase a gironi della Champions League: e qui iniziano i dolori. Sì, perché la società bianconera è data ora in 43/a posizione nel ranking UEFA per club e ciò significa che, nel sorteggio che si terrà a monaco alla fine di agosto per formare i vari raggruppamenti, la squadra di Conte sarà inserita in 3/a fascia, col rischio di dover affrontare un girone di ferro.

Oltre alle big della prima fascia infatti, molte insidie si nascondo anche nella seconda, che la Juventus, assente dalle coppa europea più prestigiosa da due anni, non può occupare, così come la quarta. Un sorteggio con Barcellona, Manchester City e Borussia Dortmund potrebbe rappresentare un vero e proprio scontro all’ultimo sangue con alcune tra le formazione fra le più forti d’Europa. Ma da tenere d’occhio ci sono anche Porto in prima, Olympiacos in seconda fascia, come le altre grandi: Real Madrid, Bayern Monaco e chi più ne ha più ne metta.

A Montecarlo, insomma, la società del presidente Agnelli non dovrebbe aspettarsi grossi sorrisi provenienti dalle urne. In attesa della griglia definitiva, Marotta e Paratici hanno già abbandonato i festeggiamenti per lavorare alla costruzione di una squadra abbastanza competitiva da poter dare battaglia a qualunque avversario.

 

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.