Furia Cellino: “La Juve vuol scegliere anche l’arbitro?”

E’ una vera e propria furia il presidente del Cagliari Massimo Cellino dopo aver saputo che la gara di domenica contro la Juventus è stata posticipata alle 20:45. Il presidente sardo si scaglia contro Lega e televisioni parlando come un fiume in piena.

“Non contiamo più nulla, Berretta ha chiamato la Juventus per definire l’orario della partita, ma nessuno ha pensato di avvertire anche me. Già avevamo subito lo spostamento della sede della partita contro il Genoa ora questo slittamento dell’inizio della gara che ci crea grossi problemi. A noi e ai nostri tifosi. Mi chiedo perché l’hanno fatto. Forse c’era il veto delle tv? Se fosse così che ce lo dicano che decidono tutto grandi squadre e televisioni. Ma si ricordino che il campionato ha 20 squadre non solo 4 o 5. – continua ancora Cellino – C’è grande mancanza di rispetto nei nostri confronti, mi chiedo se vogliono anche scegliere l’arbitro che più gli aggrada. La Juve per mesi ha gridato sugli arbitri e alla fine è riuscita a condizionare tutto l’ambiente. Questo è un anno orribile per il nostro calcio. Siamo partita male e stiamo finendo peggio con tanti problemi insoluti. È un calcio fragile ostaggio della politica”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.