Barcellona-Drogba: quando un rivale diventa obiettivo

Ha contribuito in maniera determinante a spegnare i sogni di gloria in Champions del Barcellona, regalando la finale di Monaco di Baviera al suo Chelsea, sorprendendo l’Europa intera. Giocate da terzinaccio, abnegazione e dedizione da vendere, gol di piombo.

Didier Drogba si è decisamente preso una grande rivincita dopo i fattacci del 2009, quando l’arbitro norvegese Ovrebo partecipò attivamente alla cacciata dei Blues dalla massima competizione europea. Il Barcellona è sempre stato il suo più grande rivale, la squadra contro cui vincere a tutti i costi. Ma ora per l’attaccante ivoriano i colori blaugrana potrebbero presto assumere clamorosamente significati ben diversi.

La suggestione di mercato che sta prendendo sempre più corpo in terra catalana vede infatti Drogba alla corte del neo tecnico Vilanova nella prossima stagione. Il suo contratto con il Chelsea è in scadenza a giugno e l’attaccante è da tempo sul mercato, seguito tra l’altro anche dalla Juventus, in cerca di una punta di valore ed esperienza per il prossimo anno.  Drogba andrebbe sostanzialmente ad occupare la posizione di alternativa di lusso a Messi, Sanchez e Pedro nel reparto avanzato barcellonista, terminando quindi la sua carriera in Spagna.

Il 34enne ivoriano si è sempre mostrato sibillino nelle sue dichiarazioni riguardanti il futuro e, di conseguenza, le voci si sono moltiplicate con grande velocità. La Juve attende alla finestra.

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.