Verso Euro 2012: La Russia

Continua il nostro percorso verso gli Europei del 2012. Lunedì, mercoledì e venerdì, Mondopallone.it vi offre la possibilità di conoscere a fondo le nazionali che parteciperanno alla rassegna continentale in Polonia e Ucraina. Analisi approfondita, pregi e difetti tecnici e tattici insomma, tutto ciò che c’è da sapere sulle 16 squadre qualificate alla fase finale. Quattro gironi, il turno oggi è della Russia, si conclude il 28 maggio con la Francia. Buon viaggio e buon divertimento…

RUSSIA

La Russia è una delle Nazionali più importanti del calcio mondiale, anche se nata solamente 21 anni fa, ossia nel 1991, visto che in passato, precisamente dal 1917 in poi, lo stato russo era inglobato nella famosa Unione Sovietica. La prima partecipazione a un campionato Europeo avvenne nel 1996, dove fu eliminata al primo turno.

Nel 2000 non riuscì a qualificarsi, mentre nell’edizione del 2004 venne nuovamente eliminata al primo turno. Nel 2008 – in Austria e Svizzera – raggiunse il picco più alto nella manifestazione continentale, conquistando la semifinale, persa poi contro la Spagna (vincitrice dell’Europeo).

 

LA DIFESA (VOTO 6)

In porta uno dei migliori giocatori del panorama calcistico europeo: Igor Akinfeev (Cska Mosca, 26 anni). Come vice, l’esperto Vyacheslav Malafeev (Zenit, 33 anni), mentre il terzo portiere dovrebbe essere Vladimir Gabulov (Anzhi, 28 anni).

Il reparto difensivo è composto da elementi di grande esperienza, seppur di non eccelsa qualità: Aleksandr Anyukov (Zenit, 29 anni), Aleksei Berezutski (Cska Mosca, 29 anni), Vasili Berezutski (Cska Mosca, 29 anni), Sergei Ignashevich (Cska Moskva, 32 anni). Il migliore fra i difensori, potrebbe giocare anche come esterno di centrocampo, è sicuramente Yuri Zhirkov (Anzhi, 28 anni), ex giocatore del Chelsea ai tempi di Carlo Ancelotti. Completano il pacchetto difensivo Renat Yanbaev (Lokomotiv Mosca, 28 anni)e Roman Shishkin (Lokomotiv Mosca, 25).

In ballottaggio per l’ultimo posto a disposizione in vista di Euro2012 ci sono Denis Kolodin (Rostov, 30 anni) e Aleksandr Sheshukov (Spartak Mosca, 29 anni).

 

IL CENTROCAMPO (VOTO 6,5)

Il reparto di centrocampo è qualitativamente migliore rispetto a quello difensivo. Presente l’ossatura dello Zenit di Luciano Spalletti, campione di Russia per la seconda volta consecutiva. Ecco i probabili convocati per Euro 2012: Diniyar Bilyaletdinov (Spartak Mosca, 27 anni), Denis Glushakov (Lokomotiv Mosca, 25 anni), Igor Denisov (Zenit, 27 anni), Konstantin Zyryanov (Zenit, 34 anni), Roman Shirokov (Zenit, 30 anni), Alan Dzagoev (Cska Mosca, 21 anni), Igor Semshov (Dinamo Mosca, 34 anni).

Possibile outsider per l’impegno in Polonia e Ucraina potrebbe essere Dmitri Kombarov (Spartak Mosca, 25 anni), convocato nell’ amichevole dello scorso 29 febbraio contro la Danimarca: in lizza per un posto anche Aleksei Ionov (Kuban, 23 anni) e Aleksandr Ryazantsev (Rubin, 25 anni).

 

L’ATTACCO (VOTO 7)

Il reparto d’attacco della Russia farà affidamento sull’esperienza e sulla bravura dei suoi interpreti, uno su tutti, Andrey Arshavin (Zenit – di proprietà dell’Arsenal –  30 anni). L’unico giocatore della Nazionale di Advocaat che non milita in un club russo è Pavel Pogrebnyak (Fulham FC, 28 anni), attaccante di grande spessore e di grande affidabilità. Completano il pacchetto offensivo, Aleksandr Kerzhakov (Zenit, 29 anni), Roman Pavlyuchenko (Lokomotiv Mosca, 30 anni) e Dmitri Sichev (Lokomotiv Mosca, 28 anni).

In ballo per l’ultimo posto a disposizione ci sono il giovane attaccante Aleksandr Kokorin (Dinamo Mosca, 21 anni), e Vladimir Dyadyun (Rubin, 23 anni).

 

LA STELLA

Andrey Arshavin (30 anni)

Arshavin è il fiore all’occhiello della Russia di Advocaat. Genio e srelogatezza, un’imprevedibilità che potrebbe essere determinante nei prossimi Europei. Nelle ultime stagioni si era un po’ perso, tant’è che l’Arsenal di Wenger lo scorso gennaio lo ha ceduto in prestito allo Zenit, squadra che lo lanciò alla ribalta del grande calcio quattro stagioni fa. Con la squadra di Spalletti non ha incantato, tutta la Russia però, confida in lui. Un buon Europeo passerà inevitabilmente dalle sue giocate e dai suoi gol.

 

IL COMMISSARIO TECNICO

Dick Advocaat (64 anni)

L’olandese è un tecnico di grande esperienza, a tutti i livelli. È soprannominato Il piccolo generale in riferimento all’epiteto ‘Il generale’ assegnato a Rinus Michels, con cui Advocaat collaborò. Nel 2004 alla guida della Nazionale olandese conquistò le semifinali: nel suo palmares può vantare tra gli altri, un campionato russo, una Coppa Uefa e una Supercoppa Europea con lo Zenit, oltrechè due campionati scozzesi alla guida dei Glasgow Rangers.

 

FORMAZIONE TIPO (4-3-2-1)

Akinfeev; Anyukov, V. Berezkutskiy, Ignasheevich, Zhirkov; Shirokov, Denisov, Zyryanov; Dzagoev, Arshavin; Pavlyuchenko.

 

VOTO GLOBALE SQUADRA : 6,5

La Russia si presenta a Euro2012 con una rosa in avanti con l’età. La stella Arshavin e la bravura di Pavlyuchenko potranno aiutare la Nazionale di Advocaat a superare il gruppo A, che sarà composto da Polonia, Grecia e Repubblica Ceca, compagini di buon valore ma non ostacoli insormontabili per la truppa russa.

Condividi
Nato a Formia (Latina), collabora con vari siti d’informazione. La sua più grande passione è il giornalismo sportivo, e considera MondoPallone.it una grande occasione per poter crescere professionalmente.