Serie A, 35/a giornata: torna Cassano e il Milan vola

Continua l’avvincente testa a testa in vetta alla classifica della Serie A tra la Juventus ed il Milan, separate ancora da tre punti ed oggi entrambe vittoriose rispettivamente a Novara e Siena. In particolare, i rossoneri di mister Allegri hanno espugnato lo stadio “Artemio Franchi” battendo 4-1 i bianconeri toscani. Rossoneri già in vantaggio di due reti alla fine del primo tempo, grazie a Cassano, tornato al gol a sei mesi dal noto malore che ha colto il “talento di Bari vecchia”, e Ibrahimovic. Risultato riaperto a 10′ dalla fine da Bogdani, ma prima il neo entrato Nocerino e ancora Ibra stendono i toscani, che nonostante il passo falso possono considerarsi virtualmente salvi. Milan che sale a quota 74 e che continua a sperare in un tricolore che appare ora davvero complicato da raggiungere.

LE FORMAZIONI. Siena padrone di casa schierato da mister Sannino con un classico 4-4-2. Il tecnico campano dà fiducia in attacco al giovane Destro e all’argentino Larrondo, assistiti da un Franco Brienza decisamente in gran spolvero nelle ultime partite. Dall’altra parte, mister Allegri scioglie il dubbio su chi affiancare in attacco all’inamovibile Ibrahimovic puntando su Antonio Cassano, alla prima da titolare dopo il ritorno in campo post operazione al cuore. Alle spalle delle due punte fiducia al ghanese Boateng, galvanizzato dalla rete in settimana al Genoa, mentre in difesa spazio all’inedita coppia centrale Bonera-Yepes.

CASSANO E IBRA INTERROMPONO LA NOIA INIZIALE. Ottimo Siena nei primi minuti di gioco, ben organizzato e molto aggressivo; avanti milanisti ingabbiati dalla disposizione tattica dei toscani e che non riescono a rendersi pericolosi: prova ne è il fatto che la prima potenziale occasione dei campioni d’Italia arriva solo al quarto d’ora di gioco con Ibrahimovic che conclude a lato su assist di Cassano. Sterile possesso palla milanista e noia che cresce in campo e sulle tribune dell’Artemio Franchi” di Siena, visto che le due formazioni riescono a fatica a cercare di creare buone azioni da rete. Gara che, tuttavia, si sblocca al 26′, quando, su un cross al centro dell’area di rigore di Ibrahimovic, il portiere bianconero Brkic sbaglia clamorosamente la presa, consegnando di fatto la palla ad Antonio Cassano che non può far altro che spedire in rete il pallone. Fine dell’incubo per la punta rossonera che torna a segnare a sei mesi dal noto problema fisico che colpì il calciatore a fine ottobre. Milan scatenato che segna il raddoppio dopo appena 3′: stavolta è Ibrahimovic a segnare, con un sinistro di rara potenza che si infila sotto la traversa. E’ un altro Milan ora che cerca anche la terza rete: strepitoso Brkic che alla mezz’ora vola a deviare un bolide scagliato dalla distanza da Boateng. Siena, che dopo aver iniziato bene la gara, non ha praticamente mai ancora creato una qualche azione pericolosa. Due minuti di recupero e primo tempo che va in archivio col Milan avanti 2-0 dopo le difficoltà di inizio gara.

BOGDANI ILLUDE, NOCERINO E IBRA CHIUDONO. Seconda frazione di gioco che si apre senza cambi né da una parte né dall’altra. Siena che appare comunque più voglioso, tanto che dopo appena un paio di minuti ci prova Destro, ma il tiro dell’attaccante della Under 21 di Ciro Ferrara è bloccato facilmente da Abbiati. Milan che dal canto suo pensa soprattutto ad amministrare la gara e a controllare il possesso palla. Rossoneri vicini alla terza rete con una doppia occasione confezionata prima da Boateng e poi da Aquilani, lanciato da uno splendido colpo di tacco di Ibrahimovic, ma in entrambe le occasioni il portiere senese Brkic è attento ed evita una nuova capitolazione. Milan che rischia anche di rimanere in dieci uomini, quando Gattuso, già ammonito, compie un brutto fallo ai danni di Brienza, ma il signor Brighi di cesena non se la sente di estrarre il secondo giallo ed il conseguente cartellino rosso. Proprio sul finale si riapre la partita del “Franchi”, col Siena che accorcia le distanze con l’albanese Bogdani che insacca la porta di Abbiati dopo una respinta del portiere milanista su una conclusione di Destro. Milan che dopo la rete subita si riporta avanti e segna la terza rete con Nocerino, entrato nella ripresa e autore di un gol fantastico: partenza da centrocampo, dribbling e tiro e beffa Brkic. Sembra finita, ma proprio al 95′ arriva il 4-1 ancora di Ibrahimovic che finalizza una grandissima azione di Cassano, che ne salta un paio e porge allo svedese la palla che fissa il punteggio finale.

TOP E FLOP

MILAN – TOP: Cassano ; FLOP: Bonera

SIENA – TOP: Destro ; FLOP: Larrondo

IL TABELLINO

SIENA-MILAN: 1-4 (0-2)

SIENA (4-4-2): Brkic; Vitiello, Rossettini, Terzi (36’st Contini), Del Grosso; Vergassola, Gazzi, Grossi (22’st Bogdani), Brienza; Larrondo (8’st Bolzoni), Destro. A disp.: Pegolo, Belmonte, D’Agostino, Grossi. All.: Sannino.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Yepes, Bonera, Mesbah; Van Bommel, Gattuso (30’st Nocerino), Muntari (15’st Aquilani); Boateng (35’st El Shaarawy); Ibrahimovic, Cassano. A dsip.: Amelia, Antonini, Nesta, Maxi Lopez. All.: Allegri.

Arbitro: Brighi di Cesena

Marcatori: 26’ Cassano (M), 29’ e 95′ Ibrahimovic (M), 81’ Bogdani (S), 90’ Nocerino (M)

Ammoniti: Terzi, Del Grosso (S), Gattuso, Van Bommel (M)

Espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.