Ma Pepe è davvero così forte?

E’ primavera, è tempo di decidere la stagione e ipotecare i trofei. Ma non solo: è anche il momento giusto per iniziare a programmare il futuro. E’ quello che stanno facendo in casa Manchester, dove Sir Alex Ferguson è intenzionato a rafforzare una difesa troppo ballerina.Le quattro reti subite dall’ Everton, all’Old Traford per giunta, hanno riacceso un campanello d’allarme che era stato momentaneamente accantonato per concentrarsi sulla vittoria della Premier League. Ferdinand e Vidic perdono colpi, i giovani devo ancora crescere; il manager scozzese pensa ad un elemento di forza e personalità, un calciatore pratico e smaliziato.

Chi? Dall’Inghilterra non hanno dubbi: il prescelto è Pepe, il cannibalesco difensore di cui un po’ tutti si stanno stufando a Madrid. Pagato trenta milioni (?) e presentato come un nuovo astro nascente nell’estate del 2007, il portoghese ha alternato discrete cose ad altre veramente da censurare. Quando usa il cervello si rivela un buon marcatore, un centrale di affidamento e nulla più, poi a volte arrivano i cinque minuti di follia e come finisce lo sappiamo. Sembra che trenta milioni vogliano spenderli anche i “red devils”, evidentemente convintissimi della qualità del numero tre blanços. La domanda è: ma a questo punto non è meglio aggiungere altri dieci, quindici gruzzoletti e tentare l’assalto a gente come Thiago Silva o Pique? Magari l’ex Porto ha qualche santo in Paradiso che noi ignoriamo; di certo, se fossimo al posto di Mourinho, per quella cifra, non ci penseremmo due volta a impacchettarlo e spedirlo in Oltremanica.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.