“La partita più importante della mia vita”

Frank Ribery non ha dubbi: quella al Real Madrid è la sfida clou della sua carriera. Presentatosi in conferenza stampa alla vigilia del rendez vous tra il suo Bayern e la squadra di Mourinho, il francese mostra una palpabile tensione, oltre che un profondo rispetto per gli avversari.In palio c’è la finale di Champions League, da disputare proprio in Baviera. L’occasione è troppo ghiotta per lasciarsela scappare: “Abbiamo un’opportunità fantastica, nel calcio non capita tutti i giorni. Dobbiamo essere praticamente perfetti per contrastare le loro sortite offensive e pungere poi con il nostro formidabile attacco. E’la partita più importante della mia vita”.

Le merengues suscitano una grande ammirazione nel numero sette di Heynckes; il vantaggio ottenuto all’andata non lo rassicura abbastanza: “Partiremo alla pari, bisogna cercare di cancellare il precedente risultato. Il Real Madrid è una squadra fortissima, li ho visti contro il Barcellona e sono rimasto impressionato. Hanno davvero fatto qualcosa di incredibile. Il Bernabeu è uno stadio bellissimo, può incuterti soggezione ma nel nostro caso non dovrà succedere. Sto attraversando un grande periodo di forma, è vero, ma non posso certo vincere da solo. Senza l’aiuto dei miei compagni non sarei qui, siamo un gruppo unito e domani lo dimostreremo”.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.