Il Milan rallenta: solo 1-1 contro un ottimo Bologna

Soltanto un pari per il Milan di Massimiliano Allegri contro il Bologna di Stefano Pioli. La squadra rossonera fallisce il sorpasso in classifica ai danni della Juve, impegnata contro la Roma questa sera, impattando 1-1 con gol di Ramirez, nel primo tempo, e Ibrahimovic a tempo scaduto. Un Milan brutto e distratto nel primo tempo, arrembante nella ripresa ma non è bastato per abbattere il muro della squadra rossoblu che strappa un punto prezioso che vuol dire, ormai, salvezza.

FORMAZIONI: Allegri riabbraccia Van Bommel sulla linea mediana del campo al fianco di Muntari e Nocerino. In difesa non c’è Mexes, non convocato, spazio a Bonera e Nesta dal 1′ con Abate, anche lui al rientro dopo l’infortunio, e Antonini. In avanti c’è Seedorf al posto di Emanuelson sulla trequarti con Robinho a supporto del capocannoniere del campionato, Zlatan Ibrahimovic.
In casa Bologna, Stefano Pioli sceglie la difesa a tre con Raggi, Portanova e Cherubin centrali, Garics e Morleo sulle corsie laterali per provare a pungere il Milan in contropiede. Un modulo che prevede anche una sola punta, Di Vaio, con a supporto Diamanti e Ramirez sulla trequarti.

ALTRO ERRORE E RAMIREZ PUNISCE – Avvio di gara arrembante per il Milan che si posiziona subito nella metà campo difensiva del Bologna. Dopo pochi secondi di gioco arriva il primo tentativo verso la porta difesa da Agliardi ad opera di Zlatan Ibrahimovic, palla bloccata senza problemi dall’estremo rossoblu. Il Bologna fa fatica ad arginare il possesso palla dei rossoneri che si rendono nuovamente pericolosi con Seedorf, su calcio di punizione, e al 16′ sciupano la prima clamorosa palla gol della partita. Sul cross di Seedorf dalla sinistra, Ibra aggancia in area ma con il sinistro non trova lo specchio della porta da posizione favorevole.
Gli ospiti creano poco o nulla, danno segnali di ripresa con un calcio di punizione pericoloso di Ramirez poi come un fulmine a ciel sereno, al 26′ passano in vantaggio. Ingenuità clamorosa di Van Bommel che regala palla a Diamanti, servizio per Ramirez che a tu per tu con Abbiati non fallisce, 1-0 e primo gol in carriera al Diavolo per il fantasista bolognese, il decimo in campionato.
Lo svantaggio scuote dalle fondamenta il Milan che alla mezzora esatta sfiora il pari con Robinho ma è bravo Cherubin a salvare sulla linea. Ancora padroni di casa in avanti con la solita manovra offensiva che favorisce l’inserimento di centrocampisti e terzini e proprio al termine di una triangolazione veloce tra Robinho e Abate, quest’ultimo si presenta a tu per tu con Agliardi bravo però ad ipnotizzare il fluidificante del Milan.
La formazione di Pioli difende in maniera esemplare e in contropiede mette a nudo i limiti difensivi della retroguardia del Diavolo come al 39′ quando è addirittura Mudingay a sprecare l’azione del raddoppio. Il mediano del Bologna salta Bonera poi scarica un gran diagonale destro che si spegne però sul fondo.

IBRA ILLUDE, LA JUVE RINGRAZIA – La ripresa comincia con un brivido per il Bologna. Al 4′ è subito Milan in proiezione offensiva con Robinho bravo a saltare un paio di uomini in area, passaggio per Nocerino che con il sinistro sfiora il palo alla destra di Agliardi. Allegri si accorge che Seedorf è l’anello debole del tridente offensivo e pesca dalla panchina Antonio Cassano. Al 55′ la sostituzione e il Milan cambia subito volto creando due occasioni importanti nello spazio di pochi minuti prima con Ibra, gol annullato per un fuorigioco inesistente, poi con Robinho al volo di destro con Agliardi bravo in due tempi a bloccare.
Ibra & Cassano regalano un’intesa che fa rimpiangere i quattro mesi di assenza del barese dal calcio giocato. Al 21′ uno-due perfetto tra lo svedese e Cassano che si lascia anticipare sul più bello poi è Raggi a salvare la sfera indirizzata in rete. Nonostante gli ingressi di Emanuelson e Aquilani (quest’ultimo assolutamente fuori partita), il Milan fa fatica ad aprire le maglie della difesa felsinea fino al forcing finale. Al 90′, Ibra rianima i cuori rossoneri con la solita zampata da grande attaccante su cross di Emanuelson dando vita ad un altro match nei minuti di recupero. Piovono occasioni per la squadra di casa che però, nel momento del bisogno, sciupa tutto con Nocerino e, clamoroso, con Robinho che di testa da due passi manda sul fondo.
Su quest’ultima azione si chiude la gara di San Siro sull’1-1, un punto che fa certamente piacere alla Juventus impegnata questa sera contro la Roma.

TOP MILAN: Ibrahimovic. FLOP: Van Bommel, Aquilani, Robinho.
TOP BOLOGNA: Ramirez, Mudingay. FLOP: Di Vaio.

MILAN – BOLOGNA 1-1

Milan: Abbiati, Abate, Nesta, Bonera, Antonini (68′ Emanuelson), Van Bommel (72′ Aquilani), Muntari, Nocerino, Seedorf (55′ Cassano), Robinho, Ibrahimovic. A disp.: Amelia, Yepes, Emanuelson, Gattuso, Maxi Lopez. All.: Massimiliano Allegri.
Bologna: Agliardi, Raggi, Portanova, Cherubin, Garics, Perez, Mudingay, Morleo, Diamanti (65′ Taider), Di Vaio (73′ Acquafresca), Ramirez (88′ Kone). A disp.: Stojanovic, Antonsson, Rubin, Gimenez. All.: Stefano Pioli.
Arbitro: De Marco.
Marcatori: 26′ Ramirez, 90′ Ibrahimovic.
Note: Ammoniti Nocerino, Bonera (M), Diego Perez, Taider (B). All’81’ espulso Bonera per doppia ammonizione.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it