Futuro Drogba, Di Matteo ci spera: “Lui la nostra storia. Decide la società”.

Con lui ha ritrovato brillantezza fisica, entusiasmo, gol. Didier Drogba, sotto la guida di Roberto Di Matteo, succeduto ad André Villas Boas sulla panchina del Chelsea, si è ritrovato e, a 34 anni, si è riscoperto trascinatore: per informazioni chiedere a Guardiola e al suo Barcellona.

Dell’attaccante ivoriano, 11 gol in 30 presenze quest’anno, si parla però ultimamente soprattutto in chiave mercato. In scadenza di contratto a giugno, Drogba è sognato in Cina, ammirato comunque e, nonostante l’età, in mezza Europa (vedi gli osservatori della Juventus presenti allo ‘Stamford Bridge‘ mercoledì sera in occasione di Chelsea – Barcellona), e, di conseguenza, con il futuro in bilico.

La punta ha sempre glissato sull’argomento con frasi circostanza (i classici “vedremo“, “la stagione è ancora lunga” ecc, ecc), ma ciò non toglie che si stia guardando intorno. L’interesse dei bianconeri è reale e lo lusinga alquanto. C’è qualcuno che, però, non ha ancora perso le speranze di vederlo continuare ad indossare la maglia del Chelsea: lo stesso Roberto Di Matteo.

L’allenatore italiano ha rilanciato i londinesi su tutti i fronti e spera in una riconferma da parte del patron Abramovich. Chi vorrebbe con sé in squadra l’anno prossimo? I dubbi sono pochi: “Drogba gioca qui da tantissimo tempo e sono sicuro che il club è pronto a fare gli sforzi necessari per trattenerlo. Fa parte della storia del Chelsea, come molti altri in questa squadra e penso che continuerà a farne parte“.

Putroppo sa che non dipende tutto da lui: “La decisione finale sul suo futuro verrà presa dalla società“.

 

 

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.