Zeman: “Nel calcio permane l’abuso di sostanze sospette…”

Alla vigilia della sfida del suo Pescara contro il Padova, il tecnico boemo Zdenek Zeman ha rilasciato alcune dichiarazioni volte a mettere in guardia l’ambiente calcistico sull’uso ancora esistente di integratori sospetti.

Sulla triste scia dei malori e delle morti (purtroppo) di alcuni sportivi a distanza ravvicinata, l’allenatore del Pescara, il maestro Zeman, ribadisce la sua convinzione che il calcio è ancora vittima del rischio doping: “Prima la morte di Mancini (preparatore dei portieri del club abruzzese, ndr), poi Morosini.. Io spero che i giocatori tornino a divertirsi – dichiara il tecnico – ma purtroppo temo che il calcio non sia mai usito dalle farmacie. Girano sempre nuovi integratori. Prima arrivavano dall’America su ordinazione e ora ne arrivano sempre di nuovi, spero veramente che non siano nocivi per la salute dei calciatori. Purtroppo il doping è sempre stato avanti alle misure di controllo. Nascono sempre nuove sostanze capaci di non essere rilevate dall’antidoping. Le mie squadre sono pure dopate, sì, ma perchè le faccio correre per tutta la settimana!“.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.