Il gallese Evans condannato per stupro

Il nazionale gallese Ched Evans è stato condannato dal tribunale di Caemarfon, nel Galles, a 5 anni di prigione per l’accusa di stupro.

Il fatto è avvenuto un anno fa, nel maggio 2011, a Rhyl dove il calciatore abusò di una ragazza di 19 anni in un piccolo albergo della cittadina gallese. Evans ha sempre sostenuto che la ragazza fosse consenziente al momento del rapporto sessuale, ma la giuria ha bocciato tale tesi perchè la vittima si trovava in un pesante stato di ubriachezza come dimostrato dalle immagini di alcune telecamere e dalla testimonianza del portiere dell’albergo. Non è stato giudicato colpevole Clayton McDonald, calciatore del Portvale coinvolto anch’esso nella vicenda.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it