Roma: Nico Lopez è pronto

Arrivato a dicembre con la nomea di fenomeno e battezzato con termini entusiastici dal connazionale Fonseca, il diciottenne Nico Lopez ci ha messo un po’ per conquistare i vertici di Trigoria. Il giovane uruguaiano, seconda punta che ama svariare su tutto il fronte d’attacco e dipingere traiettorie velenose con il mancino, ha faticato addirittura a trovare un posto da titolare nella Primavera di Alberto De Rossi. “E’ più piccolo di quanto sembrava” disse senza mezzi termini Walter Sabatini dopo averlo osservato dal vivo.

Adesso l’ambientamento è finito, il nome del ragazzo torna in auge per il progetto americano di questa ambigua Roma; Luis Enrique lo ha visionato nell’ombra, ha registrato i lievi ma continui progressi dell’ex Nacional Montevideo ed ha deciso di renderlo partecipe al prossimo ritiro estivo della prima squadra. Nico Lopez avrà un paio di mesi per farsi notare, per dimostrare di essere all’altezza del nostro calcio e per non smentire i complimenti ricevuti in patria.

Lo staff primaverile lo descrive “timido e riservato ma, allo stesso tempo, sicuro delle proprie qualità”. Credeva di trovare difficoltà minori ed ha vissuto mesi duri all’inizio della sua avventura: pare ne sia uscito rafforzato, i suoi denti da coniglio ridono sempre più spesso. Un’estate per convincere, poi potrà diventare un membro dell’organico oppure, ipotesi fioca, andare in prestito per accumulare esperienza. Una cosa è certa: su Nico Lopez, la Roma ci punta.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.