Allegri è sicuro: “Il Milan vincerà la scudetto, anche la proprietà ci crede”

Alla vigilia del delicato anticipo della 33/a giornata di campionato tra Milan e Genoa, il tecnico dei rossoneri, Massimiliano Allegri, è tornato a parlare in conferenza stampa. Un fiume di parole a 360° tra le ultime due gare contro Fiorentina e Chievo, il gol non convalidato a Muntari contro la Juve e, per finire, un sentito grazie a Marcello Lippi.

Spiace dirlo, ma il gol di Muntari pesa in modo devastante finora – tuona Allegri – Se dovesse andare male, conoscete già il motivo, ma credo che lo scudetto lo vinciamo noi“. Parole forti quelle dell’allenatore toscano che dopo essersi tolto per l’ennesima volta il sassolino dalla scarpa su quel famoso episodio che, comunque vada, rimarrà nella storia di questo campionato di serie A, torna sulle prestazioni non certo da Milan delle ultime due gare: “Non abbiamo giocato bene contro il Chievo, è inutile nasconderlo. Ma abbiamo fatto una buona fase difensiva e nel primo tempo abbiamo avuto qualche cocasione per fare il secondo gol. Ma venivamo da una settimana difficile: il pari di Catania, l’eliminazione dalla Champions con il Barcelona e la brutta sorpresa dell’uovo di Pasqua quando abbiamo perso la partita con la Fiorentina e il primato. Il Chievo, poi, era in ottime condizioni e noi avevamo molti infortunati e tre squalificati – prosegue il coach del Milan – C’è stata l’atmosfera giusta nel ritiro di Verona: la squadra ha capito l’importanza della partita e l’ha dimostrato in campo perché non l’ha giocata né con superficialità né con presunzione. Il presidente ha parlato ai giocatori e ha fatto capire che eravamo a un punto dalla Juventus e il campionato è lungo. Domani abbiamo il Genoa e pensiamo al Genoa. Non possiamo giocare male come contro Fiorentina e Chievo, dobbiamo giocare bene e cerchiamo di prendere i tre punti in palio e riprenderci la testa della classifica momentaneamente“.

Per finire il commento sull’ex cittì della Nazionale e tecnico della Juventus, Marcello Lippi, che aveva difeso Allegri esaltando il suo lavoro delle ultime due stagioni: “Le parole di Lippi mi hanno fatto piacere: da una settimana dico che siamo andati in semifinale di Coppa Italia e siamo usciti ai supplementari, in Champions siamo stati eliminati dalla squadra più forte del mondo e siamo a un punto dalla vetta del campionato con le problematiche di tutti gli infortuni. Vero, questo aspetto andrà analizzato e ormai lo vedremo dopo la fine del campionato perché ora creerebbe solo dispendio di energie mentali – conclude il mister rossonero – Il Milan sta facendo un’ottima stagione, di fronte c’è una Juve che sta facendo benissimo e il gol di Muntari pesa in maniera devastante fino a questo momento. Il resto, anche il gol di Robinho a Catania, conta relativamente. Ora un po’ di stanchezza c’è, ma lo scudetto lo vinciamo noi. Anche la proprietà ci crede“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it