Serie A, 32^giornata. Doppio Milito per L’Inter. Il Lecce passa a Catania di rimonta

La Serie A è scena in campo questa sera per il turno infrasettimanale valido per la 32^giornata di campionato. Sempre più enigmatica la corsa all’Europa, mentre il Parma torna al successo. La seconda vittoria consecutiva del Lecce porta i salentini a due soli punti di distacco dalla coppia Genoa-Fiorentina.

 

A San Siro il Siena da filo da torcere all’Inter di Stramaccioni. I toscani passano in vantaggio al 6’ sfruttando un errore di Samuel che permette a D’Agostino di rubare un prezioso pallone sulla trequarti d’attacco; Destro e Brienza non riescono a ribadire in rete, ma poi ci pensa lo stesso D’Agostino a realizzare. Il gol carica gli ospiti, vicini al raddoppio in altre due occasioni. L’Inter prova a rispondere con Stankovic. Sul finire di primo tempo un errore di Pesoli, nel tentativo di spazzare un pallone in area, regala involontariamente l’assist vincente per il pareggio di Milito.

L’asso argentino al 53’ su una respinta corta dell’estremo difensore bianconero non riesce a trovare lo specchio della porta, divorando una clamorosa occasione. Quella scesa in campo nella ripresa, però, è un Inter decisamente diversa, più offensiva e concreta in attacco. Gli sforzi nerazzurri vengono premiati nel finale con il rigore trasformato dallo stesso Milito.

In zona salvezza il Parma ritrova il sorriso contro il Novara, ormai quasi spacciato al ritorno nel campionato cadetto. Negli emiliani è stata la giornata di Jonathan, autore dell’assist per il primo gol di Giovinco e poi in rete sul prezioso suggerimento di Floccari. Nel secondo tempo Rigoni ha provato a riaprire l’incontro, ma il suo tiro dal dischetto ha trovato un Mirante bravissimo a respingere la conclusione. Vittoria che acquista maggiore valore in virtù della vittoria del Lecce a Catania. Dopo la rete di Bergessio i salentini si rendono protagonisti di una straordinaria rimonta, maturata tutta nel finale e favorita dall’espulsione di Carrizo. Corvia realizza il pareggio, poi Di Michele segna il gol partita, facendosi perdonare un errore dal dischetto di qualche minuto prima.

L’astinenza da tre punti del Genoa, invece, perdura da due mesi. I rossoblu vengono bloccati in casa dal fanalino di coda Cesena, scatenando l’ira della propria tifoseria. La rete di Rossi illude il pubblico rossoblu, ma nel secondo tempo Mutu gela il Marassi beffando il suo ex compagno di squadra Frey.

Reduce dalla felice trasferta milanese la Fiorentina ha cercato altri punti importanti contro il Palermo. Amauri sembra aver ritrovato il piede giusto e in apertura sfiora per ben due volte il gol prima con un tacco e poi con una conclusione sotto porta, terminata alta. Al buon primo tempo dei viola risponde un Palermo più aggressivo nel secondo tempo. All’80’ Amauri trova la via del gol, ma lo fa di mano costringendo il direttore di gara ad ammonirlo. Alla fine quello del “Franchi” sarà l’unico pareggio a reti bianche della serata.

Inter-Siena 2-1 6’ D’Agostino (S), 42’ Milito (I), 80’ Milito rig. (I)

Fiorentina-Palermo 0-0

Genoa-Cesena 1-1 40’ Rossi (G), 75’ Mutu (C)

Parma-Novara 2-0 27’ Giovinco (P), 39’ Jonathan (P)

Catania-Lecce 1-2 50’ Bergessio (C), 86’ Corvia (L), 89’ Di Michele (L)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it