Il Borussia vola verso il titolo. Lewandowski fa impazzire il “Westfalenstadion”

L’intera Germania collegata, 80720 tifosi presenti alla “Signal Arena” per assistere al successo del Borussia Dortmund 1-0 sul Bayern Monaco nella partitissima della 30/a giornata di Bundes. Robert Lewandowski decide la super sfida che lancia i gialloneri in fuga verso il titolo. Sono ora 6 le lunghezze di vantaggio sui bavaresi quando al termine della stagione mancano soltanto 4 turni.

SUPER NEUER, BORUSSIA ALL’ATTACCO – La tensione si taglia col coltello di fronte alla marea umana del “Westfalenstadion“. Il Borussia è trascinato dal suo pubblico e nei primi minuti prova subito a passare in vantaggio. Al 2′ Gundogan innesca la velocità di Kuba che a tu per tu con Neuer prova il tocco sotto, palla che termina di poco a lato. Bayern sorpreso e fermo sulle gambe che al 6′ si lascia infilare di nuovo dai padroni di casa; Kagawa scappa in area, assist al centro per Grosskreutz che in spaccata si vede ribattere la conclusione da un super Neuer, la sfera poi arriva sui piedi di Robert Lewandowski che calcia nello specchio ma c’è ancora il portierone tedesco a fare da saracinesca.

Dopo un buon avvio, il ritmo della gara diventa tutt’altro che gradevole ma è comunque la formazione di Jurgen Klopp a strappare applausi con le sue solite accelerazioni fulminee e devastanti. Al 25′ ci pensa Kagawa a riportare entusiasmo sulle tribune; con una splendida cavalcata, il giapponese penetra all’interno dell’area di rigore poi calcia in porta ma la sua conclusione viene contratta sul più bello da Boateng. Alla mezzora finalmente il primo squillo del Bayern firmato Tony Kroos. Il centrocampista della Nazionale tedesca ruba palla a Gundogan poi dal limite lascia partire un gran missile che sfiora però il palo alla sinistra di Veidenfeller.

Gioca con ritmo la squadra della Renania-Vestfalia al cospetto di un Bayern Monaco che vorrebbe sfruttare la velocità dei suoi uomini di punta ma finisce sempre con l’infrangersi contro il muro eretto dalla coppia Hummels-Subotic. Al 37′ altra occasione clamorosa per il Borussia ma questa volta è il palo a dire di no al perfetto colpo di testa di Lewandowski su cross dalla destra di Kuba. Uno stacco imponente per il centravanti polacco, palla che si stampa sul montante poi in qualche modo la retroguardia biancorossa spazza l’area di rigore. E’ di fatto l’ultima azione della prima frazione di gioco che si conclude sullo 0-0.

IL TACCO DI LEWANDOWSKI, GLI “ORRORI” DI ROBBEN – La ripresa comincia sulla stessa falsa riga del primo tempo, il Borussia attacca, il Bayern controlla. Botta e risposta nello spazio di dieci minuti; al 50′ colpo di testa centrale di Kagawa poi al 61′ ci prova Frank Ribery che fa tutto bene, salta un paio di uomini ma il suo tiro si spegne sull’esterno della rete.

Jupp Heynkes decide così di dare una svolta al suo centrocampo togliendo l’impalpabile Tomas Muller, inserendo sul terreno di gioco Bastian Schweinsteiger. Cambia poco o nulla perchè al 72′ la formazione di casa fa le prove generali del gol ancora con uno scatenato Kagawa che con un preciso diagonale sfiora il palo alla sinistra di Neuer. Stessa mossa tattica anche per Jurgen Klopp che butta nella mischia Perisic e Leitner al posto di Gundogan e di uno stremato Kagawa ma questa volta le sostituzioni si rivelano fatali per il risultato. Sugli sviluppi di un corner, la difesa del Bayern allontana male la sfera, Grosskreutz colpisce al volo, sulla traiettoria e in posizione regolare c’è Robert Lewandowski che sporca di tacco e manda in rete. 1-0, vantaggio per il Borussia, Neuer battuto e “Westfalenstagion” in festa.

La reazione del Bayern è veemente: all’85’ Ribery inventa per Robben in area travolto da Veidenfeller ed è calcio di rigore per gli ospiti. Dagli undici metri l’olandese si lascia ipnotizzare dall’estremo di casa che blocca addirittura la sfera neutralizzando il penalty. E’ un altro Bayern che carica a testa bassa e al 91′ si divora un’altra colossale occasione da gol ancora con Robben, l’eroe negativo di questa partita, che da due passi spara su Plutone con il sinistro dopo l’auto-traversa colpita da Subotic. Le emozioni non sono ancora finite perché sul capovolgimento di fronte Lewandowski ha sul destro la possibilità di siglare la sua personale doppietta ma il lobb sull’uscita di Neuer si stampa sulla traversa.
Al termine dei 2′ di recupero, l’arbitro Knut Kircher manda tutti sotto la doccia: grande festa per i gialloneri di Klopp e tanta amarezza per la squadra di Heynkes. Il Borussia vola a +6 dal Bayern e il Maister sembra ancora una volta viaggiare in direzione “Westfalenstadion”.

BORUSSIA DORTMUND – BAYERN MONACO 1-0

Borussia Dortmund: Veidenfeller, Piszczek, Subotic, Hummels, Schmelzer, Kehl, Gundogan (74′ Perisic), Grosskreutz, Kagawa (74′ Leitner), Kuba (89′ Owomoyela), Lewandowski. A disp.: Langerak, Santana, Bender, Barrios. All.: Jurgen Klopp.
Bayern Monaco: Neur, Lahm, Boateng, Badstuber, Alaba, Luiz Gustavo, Kroos, Ribery, Muller (61′ Schweinsteiger), Robben, Gomez (74′ Olic). A disp.: Butt, Contento, Rafinha, Tymoshchuk, Pranjic. All.: Jupp Heynkes.
Arbitro: Knut Kircher.
Marcatori: 77′ Lewandowski.
Note: All’85’ Veidenfeller neutralizza un calcio di rigore a Robben.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it