Papiss Demba Cissé e Nikica Jelavic: gli affaroni di Newcastle ed Everton

Il mercato invernale nasconde spesso e volentieri insidie; giocatori che speri possano cambiare il volto della stagione e che invece si rivelano autentici “bidoni”. Non è certamente il caso di Newcastle ed Everton che dalla finestra invernale hanno pescato due grandi bomber. Papiss Demba Cissé e Nikica Jelavic stanno trascinando a suon di gol “magpies” e “toffees” verso la qualificazione alle coppe europee per la prossima stagione.

Partiamo dal Newcastle, sesto in classifica a quota 56 punti con sole tre lunghezze di ritardo dal Tottenham terzo e in piena corsa per un posto in Champions League. La formazione di Alan Pardew vola grazie ai gol proprio del senegalese Papiss Demba Cissé, classe 1985, che in Premier League sta dimostrando il suo cinismo straordinario sotto porta. Dopo i 37 gol in 65 partite al Friburgo, Cissé è passato dalla Germania all’Inghilterra con una naturalezza imbarazzante. 9 gol in 8 partite, tre doppiette consecutive l’ultima venerdì in casa dello Swansea, 7 gol nelle ultime quattro partite, insomma Papiss è diventato già l’idolo incontrastato della “Toon Army” bianconera.
Un acquisto da 10 e lode per un giocatore che sembra migliorare di settimana in settimana e che insieme con l’altro senegalese Demba Ba, forma una coppia d’attacco esplosiva e in grado di impensierire qualsiasi retroguardia, non solo in Inghilterra.

E anche a Liverpool, sponda Everton, se la ridono con l’ariete croato Nikica Jelavic, classe 1985, approdato alla corte di David Moyes a gennaio dai Rangers di Glasgow, squadra con la quale l’anno scorso ha vinto campionato e coppa segnando 26 reti in 38 partite.
8 presenze e 7 gol tra Premier ed Fa Cup per il centravanti originario di Čapljina che in passato ha vestito le maglie dell’Hajduk di Spalato, Zulte Waregem e Rapid Vienna. Al “Goodison Park” sembra aver trovato la sua giusta dimensione mentre l’Everton sembra aver trovato finalmente il suo attaccante mettendo la parola fine ad un periodo di grandi difficoltà in zona gol. Dopo l’addio di Saha, passato al Tottenham, i biancoblu necessitavano di un attaccante in grado di fare reparto da solo e che, soprattutto, si faccia sentire nell’area di rigore.

Soprannominato “il killer silenzioso“, Jelavic ha trascinato i “toffees” al successo per 2-0 sabato in casa dello Swansea. Insieme con il croato sono arrivati anche Donovan dai Los Angeles Galaxy e Darren Gibson dal Manchester United. Tre pezzi da 90 che vanno ad aggiungersi ad un team già competitivo e formato dai vari Fellaini, Cahill e Drenthe.
Anche l’Everton, settimo in classifica con 44 punti, è in corsa per un posto in Europa League ma dovrà lottare fino all’ultima giornata della stagione con Liverpool, su tutti, Sunderland e Fulham per garantirsi un’altra stagione da protagonista.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it