Serie A 31^Giornata, la Fiorentina espugna Milano. Torna al successo l’Udinese

Nella settimana di Pasqua la Fiorentina compie un miracolo a Milano, raccogliendo tre punti che valgono oro colato vista la contemporanea vittoria del Lecce. Il successo dei viola viene regalato dal ritorno al gol di Amauri; un ex juventino che regala una soddisfazione alla sua ex squadra fermando la capolista.

 

Il Milan, forse stanco dell’impegno di coppa, delude le aspettative della vigilia sbagliando troppo sotto porta e con un Ibrahimovic apparso molto nervoso in campo. Eppure sono stati proprio i rossoneri a passare in vantaggio con un rigore realizzato dallo stesso Ibra per una trattenuta dubbia di Nastasic su Maxxi Lopez. Al 38’ Maxxi Lopex ha colpito in pieno il palo con un sinistro potente che ha fatto tremare la porta difesa da Boruc. Nella ripresa succede l’incredibile; la retroguardia milanista si distrae sull’inserimento centrale di Jovetic che davanti ad Abbiati riporta in parità l’incontro. I viola trovano in contropiede la possibilità dell’1-2, ma sfruttano male l’occasione. Il finale è un totale assedio dei padroni di casa che provano anche la carta Cassano, rientrato in campo dopo cinque mesi e mezzo; all’89’, però, accade quello che non ti aspetti e su un errore di Mexes Jovetic concede ad Amauri la palla del gol vittoria gigliato.

Bella gara a Trieste dove il Cagliari e l’Inter terminano sul 2-2 con sardi due volte in vantaggio e raggiunti dai gol di Milito e Cambiasso. I rossoblu polemici per l’espulsione di Pinilla, reo di aver alzato la maglietta durante l’esultanza del momentaneo 2-1. Un secondo giallo che ha costretto il Cagliari in inferiorità numerica, ma nel finale Cossu e Ibarbo hanno dato del filo da torcere alla difesa nerazzurra impegnando in un paio di occasioni Castellazzi. Ottima anche la prova dell’altro portiere Agazzi che si è superato su un paio di interventi, uno per tempo.

Torna a sorridere l’Udinese trascinata dalle doppiette di Asamoah e dal solito di Natale, un gol e un assist per lui. I friuliani si rilanciano in zona Champions in attesa del posticipi dell’Olimpico di Roma. In zona retrocessione il Genoa non riesce a superare il Novara, facendosi beffare da un gran gol di Mascara. A fine partita discussione tra alcuni componenti della compagine rossoblu e la propria tifoseria. In zona salvezza invece vince il Siena che espugna Bergamo con un gol di Destro in pieno recupero. Tanto nervosismo al Manuzzi in un noiosissimo derby tra Cesena e Bologna che non vanno oltre lo 0-0. Si ferma l’imbattibilità del Catania sconfitto da un ottimo Chievo.

Cagliari-Inter 2-2 4’ Astori (C), 5’ Milito (I), 60’ Pinilla (C), 63’ Cambiasso (I)

Milan-Fiorentina 1-2 30’ Ibrahimovic rig. (M), 46’ Jovetic (F), 88’ Amauri (F)

Chievo-Catania 3-2 6’ Bradley (Ch), 17’ Pellissier rig. (Ch), 30’ Andreolli aut (Ch), 46’ Paloschi (Ch), 85’ Almiron (Ca)

Novara-Genoa 1-1 7’ Rossi (G), 67’ Mascara (N)

Atalanta-Siena 1-2 8’ Schelotto (A), 12’ Larrondo rig. (S), 91’ Destro (S)

Udinese-Parma 3-1 44’ Asamoah (U), 52’ Di Natale (U), 84’ Lucarelli (P), 92’ Asamoah (U)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it