Il mondo del calcio dice addio a Francesco Mancini. Un commosso saluto dalla redazione di MondoPallone.it

Una vita dedicata allo sport, vissuta insieme a Zeman attraverso le gioie del Foggia dei miracoli, di cui difendeva domenica dopo domenica la porta. Francesco Mancini è stato trovato esanime dalla moglie nell’appartamento di Via Gobetti dove risiedevano a Pescara.

Quasi sicuramente è stato un infarto a colpire fatalmente Mancini. A nulla è servito l’intervento prima del 118, poi dei medici del Pescara che non hanno potuto far altro che constatare l’avvenuta morte. Grande sgomento in tutto il mondo del calcio.

Francesco Mancini aveva solo 43 anni e da sempre era stato fedele uomo di Zeman lungo tutta la sua carriera. Fra le sue squadre appunto quel Foggia che conquistò l’Italia pallonara nei primi anni ’90 e arrivò alle soglie dell’Europa dopo una scalata incredibile, partita dalle serie minori. L’ex estremo difensore rossonero dei pugliesi era attualmente preparatore dei portieri sempre al fianco del boemo al Pescara, dove aveva instaurato un rapporto molto stretto con Anania, Ragni e Cattenari, scioccati dalla notizia del decesso.

In questo turno di Serie B il Pescara giocherà come doveroso con il lutto al braccio per ricordare, a detta di tutti, un grande professionista e una persona solare e perbene.

La redazione tutta di MondoPallone.it si unisce commossa al cordoglio della famiglia e a tutte le persone conoscenti di Francesco Mancini.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it