Premier League, super City con Aguero e Nasri. Chelsea ko, tutto da rifare in vetta

Il Manchester City di Roberto Mancini non molla la presa sullo United. Gap nuovamente ridotto ad una sola lunghezza dopo il successo dei Citizens di questa sera per 2-1 sul Chelsea. Vittoria in rimonta firmata dalle reti di Aguero su calcio di rigore e Nasri. In campo, nella ripresa, anche l’Apache Carlitos Tevez, accolto da una standing ovation generale di tutto l’Etihad. E sarà proprio l’argentino ad innescare Nasri per la rete del definitivo 2-1.

FORMAZIONI – La sfida del “City of Manchester” è fondamentale per le sorti della Premier League. Il Chelsea, rispetto al successo di mercoledì scorso in Champions League per 4-1 sul Napoli e al 5-2 sul Leicester di Fa Cup, lascia fuori Drogba. Di Matteo preferisce schierare Torres con Mata e Ramires a supporto. In panchina anche Essien, al suo posto Obi Mikel. L’altro Roberto, Mancini, manda un segnale chiaro alla squadra mettendo in campo tutti insieme dal 1’ Nasri, Silva, Aguero e Balotelli con Tevez pronto e scalpitante in panchina. Quattro attaccanti, di fatto, con due incontristi e cioè De Jong e Yaya Tourè sulla mediana per mantenere comunque un certo equilibrio.

PIU’ CITY CHE BLUES – L’avvio del match è scoppiettante. Nello spazio di pochi minuti, al 5’ e al 6’, prima il City poi il Chelsea arrivano già dalle parti dei rispettivi portieri. Il più pericoloso è Juan Mata che dal limite, col destro, spedisce alto sopra la traversa. All’8’ la prima palla gol della sfida; Yaya Tourè innesca la velocità di Nasri tra le linee, aggancio e pallonetto di prima intenzione che si stampa sulla traversa. L’azione poi prosegue ma la difesa blues riesce ad evitare il peggio. Dopo il brivido iniziale, City e Chelsea sembrano prendere le misure dei rispettivi attacchi ma è sempre la squadra di casa ad avere in mano il pallino del gioco. Di Matteo deve poi correre ai ripari al 20’ quando è costretto a sostituire Ivanovic, problemi muscolari, con Bosingwa. La prima sostituzione del match non cambia il sistema tattico dei londinesi che però stentano a decollare. Al 26′ ci prova ancora Nasri dalla lunga distanza, palla alta di poco sopra la traversa, poi al 29′ la seconda clamorosa occasione da gol fallita dai locali. Erroraccio di Lampard che involontariamente serve Balotelli lanciato a rete, l’italiano tenta il diagonale destro sul secondo palo ma il portierone dei blues devia con la punta delle dita in angolo. Conclusione, forse, troppo affrettata per Super Mario che avrebbe potuto anche saltare in corsa lo stesso Chelsea piuttosto che cercare l’angolo lontano.
Nel finale di tempo prevalgono le difese sui rispettivi attacchi, il ritmo del match diminuisce sensibilmente e si va quindi al riposo sullo 0-0.

DESTRO-SINISTRO, AGUERO-NASRI E CHELSEA KO – La ripresa comincia sulla stessa falsariga della prima frazione di gioco. Mancini sorprende tutti e toglie dal campo uno spento Balotelli per inserire Gareth Barry. Un rinforzo a centrocampo che anche in questo caso sortisce pochi effetti. Il City fa tanto possesso palla ma manca sempre nell’ultimo appoggio, quello decisivo, e dopo un quarto d’ora di gioco il match si sblocca definitivamente. Sul corner di Mata, Yaya Tourè alza un campanile pericolosissimo, la stessa difesa dei citizens temporeggia troppo nel rinvio e Cahill, ben appostato, batte Hart grazie anche ad una deviazione dello stesso ivoriano, è 1-0. Secondo gol consecutivo per il difensore ex Bolton.
La reazione del team del Mancio non si fa attendere ma è tutta nel violento sinistro di Gael Clichy dal limite ma Cech non si fa sorprendere. Nei minuti successivi il Mancio butta nella mischia il rientrante Tevez ed Edin Dzeko per dare maggiore impatto offensivo alla partita. Di Matteo, dal canto suo, toglie un ottimo Torres per Drogba. Blues che retrocedono parecchio il loro baricentro e al 77′, dopo tanti sforzi, arriva il gol del pareggio firmato dal Kun Aguero su calcio di rigore. Penalty fischiato dall’arbitro Mike Dean per fallo di mani di Essien in area di rigore.
E’ la svolta del match: l’inerzia cambia totalmente in favore di Tevez e compagni. Il muro dei Blues comincia a scricchiolare già al 79′ con la botta dal limite di Nasri bloccata ottimamente da Cech. E’ solo il preludio al gol del Manchester che arriva puntuale a 5′ dalla fine. L'”Etihad” esplode dopo lo splendido 1-2 tra Tevez e Nasri, con quest’ultimo che con un delizioso tocco sotto supera Cech in uscita e regala tre punti d’oro al club dello sceicco Mansour. Si tratta del quarto gol in campionato per il francese, il secondo in appena 19 gare.
La situazione in vetta alla classifica rimane quindi invariata, sarà sempre corsa a due tra le squadre di Manchester per la Premier di quest’anno.

TOP MANCHESTER CITY: Nasri, Aguero, Yaya Tourè. FLOP: Balotelli.
TOP CHELSEA: Torres. FLOP: Essien.

MANCHESTER CITY – CHELSEA 2-1

Manchester City: Hart, Clichy, Kolo Tourè, Richards, Zabaleta, Yaya Tourè, De Jong (65′ Tevez), Nasri, Aguero, Silva (76′ Dzeko), Balotelli (46′ st Barry). A disp.: Pantilimon, Kolarov, Savic, Milner. All.: Roberto Mancini.
Chelsea: Cech, Ivanovic (20’ Bosingwa), David Luiz, Cahill, Cole, Raul Meireles (58′ Essien), Mikel, Lampard, Mata, Ramires, Torres (72′ Drogba). A disp.: Turnbull, Kalou, Malouda, Sturridge. All.: Roberto Di Matteo.
Arbitro: Mike Dean.
Marcatori: 60′ Cahill, 77′ rig. Aguero, 85′ Nasri.
Note: Ammoniti Mata, Lampard (C), Nasri (M).

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it