Un super Cavani delude Pinzi e Di Natale nel finale

Posticipo in cui succede davvero di tutto al Friuli: prima prevalgono i bianconeri per 2-0, che si rovinano la festa da soli con il rosso di Fabbrini e favoriscono la rimonta realizzata da un super Cavani per gli azzurri, alla fine 2-2 e tante emozioni.

Se fino a qualche anno fa Udinese-Napoli poteva rappresentare la lotta per un posto in Europa League, negli ultimi anni le formazioni di Mazzarri e Guidolin ci hanno abituato ad un calcio da protagonisti.

Con l’uscita dalla Champions gli azzurri devono provare a conquistare il terzo posto, per tornarci il più in fretta possibile, e non c’è miglior partita per iniziare la scalata di quella al Friuli. L’Udinese tuttavia non sta certo a guardare: ha tanta fame quanto il Napoli e non intende certo arrendersi.

45′ bilanciati, ma prevale l’Udinese –  Entrambe le formazioni iniziano bene e non hanno paura di esporsi in avanti e all’occasione  dell’11’ in cui Cavani spreca un contropiede calciando a lato, risponde Pasquale appena 4′ dopo con un gran sinistro dalla distanza, deviato in angolo dalla difesa azzurra. Pian piano i padroni di casa prendono coraggio e si fanno vedere sempre più spesso dalle parti di De Sanctis grazie al solito Di Natale e ad un propositivo Fabbrini che si propone sempre sulla destra. Proprio da questi due giocatori scaturisce l’azione del vantaggio bianconero, quando al 28′ il capitano dei friuliani apre bene proprio per il giovane esterno che serve Pinzi, che da due passi deve solo appoggiare in rete. La reazione del Napoli non si fa attendere e Pandev prova subito a scuotere i suoi con una gran botta dal limite, che finisce sopra la traversa.  I tentativi di pareggio degli azzurri lasciano spazi agli attaccanti di casa che impegnano Cannavaro e compagni in più occasioni con Fabbrini che al 32′  tira a lato dopo un buon uno contro uno; anche Di Natale cerca il raddoppio in più di una occasione senza tuttavia trovare l’imbeccata giusta. L’occasione più clamorosa però è quella di Gargano per il pareggio che al 39′ ci prova dalla distanza, costringendo Handanovic a distendersi e deviare il pallone in angolo.

Spirito Napoli, Harakiri Udinese – I secondi 45′ iniziano come erano finiti i primi, anche con gli stessi effettivi in rcampo: Mazzarri infatti decide di dare fiducia ai propri uomini, mentre Guidolin non può che essere soddisfatto del primo tempo dei suoi. La fiducia data dal tecnico toscano pare non essere ripagata visto che al 52′ su un cross di Pasquale Pinzi colpisce il palo, dando la possibilità a Di Natale di siglare la sua ventesima rete stagionale. A questo punto Mazzarri è costretto a dare una scossa ai suoi: dentro Hamsik, fuori Gargano con Dzemaili che si sposta sulla mediana e lo slovacco che va a supportare Cavani. La mossa sembra funzionare perchè gli azzurri spingono con più convinzione e ci credono ancora di più quando sono gli stessi padroni di casa ad offrirgli la chance di tornare in partita: Frabbrini al 60′ interviene in maniera fallosa su Campagnaro e finisce prematuramente la sua partita per doppia ammonizione (la prima era stata al 31′ per un fallo su Inler). Il tecnico toscano non ci pensa due volte e butta dentro Vargas al posto di Britos, sbilanciando la squadra in avanti sperando almeno in un punto. Tutti quegli attaccanti in campo fanno sentire l’uomo in meno all’Udinese che si ritrova schiacciata nella propria area senza poter riprendere fiato. Proprio l’enorme pressione sui giocatori bianconeri probabilmente porta Domizzi all’errore al 74′ quando stacca in area col braccio alto e devia il pallone: calcio di rigore e giallo. Dagli undici metri si presenta Cavani che tira su Handanovic, lesto a respingere. Il pericolo scongiurato dai friuliani non gli permette di rilassarsi e, complice l’espulsione di Guidolin al 76′, si rovinano la partita con le proprie mani. Proprio il giocatore che aveva fallito l’occasione per il pareggio rimedia una serata altrimenti negativa dei suoi prima con una meravigliosa punizione a giro all’81’ e poi decreta il 2-2 finale 4′ dopo finalizzando il passaggio sulla sinista dell’area di Dzemaili bucando Handanovic sul suo palo.

UDINESE – NAPOLI 2-2

TOP UDINESE: Di Natale. FLOP UDINESE: Domizzi.

TOP NAPOLI: Cavani. FLOP NAPOLI: Pandev

Udinese (3-5-1-1): Handanovic; Domizzi, Danilo, Pereyra (86′ Ekstrand); Fernandes, Asamoah, Pasquale, Pinzi, Pazienza; Fabbrini; Di Natale (73′ Floro Flores). A disp.: Padelli, Ekstrand, Fernandes, Armero, Abdi, Torje, Floro Flores. All.: Francesco Guidolin.

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos (64′ Vargas); Dzemaili, Inler, Zuniga, Gargano (54′ Hamsik), Dossena; Pandev, Cavani. A disp.: Rosati, Fernandez, Fideleff, Aronica, Hamsik, Ammendola, Edu Vargas. All.: Walter Mazzarri.

Marcatori: 28′ Pinzi, 52′ Di Natale, 81′ Cavani.

Ammoniti: 26′ Coda, 31′ Fabbrini.

Espulsi: 60′ Fabbrini, 76′ Guidolin.

Condividi
Nasce il 29 giugno 1994, giusto in tempo per "vedere" la Juventus vincere il suo 23° titolo. Ha collaborato con il quotidiano locale Il Tirreno e segue calcio, tennis e vela quando possibile.