Serie A, 28/a giornata: triplo Pinilla manda il Cesena in B

Inizia nel migliore dei modi il “Ficcadenti bis” sulla panchina del Cagliari. Il tecnico marchigiano, subentrato a inizio settimana all’esonerato Davide Ballardini, l’uomo che l’aveva sostituito alla guida dei sardi a inizio novembre, ottiene una preziosissima vittoria casalinga contro il Cesena, in quello che si presentava come un vero e proprio scontro diretto per la zona calda della classifica di Seria A.

Mattatore dell’incontro è stato il cileno, ex Palermo, Mauricio Pinilla, rientrato dopo un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo di gioco per circa un mese. Il sudamericano è stato il grande protagonista del match, mettendo a segno la tripletta con la quale gli isolani hanno steso i romagnoli, sempre più ultimi in graduatoria e, a meno di clamorosi miracoli, avviati verso la retrocessione nella serie cadetta e che hanno chiuso la gara in nove uomini per la doppia espulsione di Colucci e Rossi.

Rossoblu incisivi fin da subito, che vanno in vantaggio dopo appena un quarto d’ora di gioco col bomber maglia numero 51 che, in sospetta posizione di fuorigioco, ribadisce in rete una corta respinta di Antonioli su una conclusione di Thiago Ribeiro. Cagliari che mantiene il possesso del pallino e che va vicinissimo alla rete del raddoppio con un’occasione sciupata dallo stesso Thiago Ribeiro che, alla mezz’ora del primo tempo, spara a lato a tu per tu con il portiere romagnolo.

Cesena evanescente: nel primo tempo dei romagnoli  si ricorda solo una conclusione di Mutu parata da Agazzi. Isolani che continuano a pressare e a cercare il raddoppio che arriva proprio sul finire di tempo, con un rigore procurato dallo scatenato Ribeiro e realizzato con freddezza da Pinilla. Scena che si ripete al 9′ della ripresa, quando ancora il cileno dagli undici metri batte Antonioli per la terza volta. Il fallo stavolta era stato subito da Cossu, atterrato da Rossi, per le proteste cesenate.

Partita che in pratica si chiude qui, con il Cesena che oltre alla partita, perde la testa, visto che sia Colucci che Rossi, già ammoniti, si beccano il secondo cartellino giallo e se ne vanno anticipatamente sotto la doccia, lasciando la squadra in nove uomini e inguaiando ancora di più mister Beretta che nel prossimo match dovrà fare a meno dei due. Girandola di sostituzioni e partita che si chiude senza recupero. Al “Sant’Elia”, Cagliari batte Cesena 3-0.

TABELLINO:

CAGLIARI-CESENA: 3-0 (1-0)

CAGLIARI (4-4-2): Agazzi; Canini, Astori, Agostini, Pisano; Ekdal, Conti, Nailggolan (37’st Perico), Cossu; Thiago Ribeiro (15’st Ibarbo), Pinilla (23’st Larrivay). A disp.: Avramov, Ariaudo, Bovi, Nenè. All.: Ficcadenti.

CESENA (4-3-2-1): Antonioli; Comotto, Moras, Rossi, Lauro; Arrigoni (3’st Malonga), Colucci, Martinho; Parolo, Santana (19’st Djokovic); Mutu (31’st Del Nero). A disp.: Ravaglia, Rodriguez, Rennella, Benalouane. All.: Beretta.

Marcatori: 14′, 46′ rig. e 54′ rig.Pinilla (Ca)

Ammoniti: Canini, Thiago Ribeiro (Ca)

Espulsi: Colucci, Rossi (Ce), entrambi per doppia ammonizione

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.