Marino: “Lavezzi voleva andarsene da Napoli”

Il Pocho è finalmente sbocciato in tutto il suo splendore. Il calciatore dal dribbling fulmineo e dagli assist vincenti, ha imparato a segnare. Quattro reti in altrettante partite: l’impressione di possedere un campionissimo diventa sempre più una realtà. Merito al Napoli e ai suoi tifosi, costantemente carichi d’amore nei confronti del folletto argentino, ma merito anche a chi lo ha scoperto.

Lavezzi fu portato a Napoli da Pierpaolo Marino, nell’estate del 2007, dopo la breve e sfortunata parentesi di due anni prima nel Genoa. L’attuale Direttore generale dell’Atalanta può annoverare tra le proprie intuizioni anche calciatori come Gargano e Hamsik, i quali oggi fanno le fortune della società partenopea.

Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Marino commenta la maturazione del Pocho e svela un retroscena inedito: “Quando comprai Lavezzi ero sicuro che un giorno sarebbe arrivato ai livelli massimi. E’un campione, le giocate decisive le ha sempre regalate: bisognava soltanto aspettare per vederlo concreto sotto porta. L’argentino è un colpo di cui vado fiero, soprattutto perché appena lo presi fui il solo a credere nelle sue possibilità. Ricordo che la stampa e l’ambiente erano molto scettici, il Pocho pensò addirittura ad abbandonare Napoli”. Il resto è storia nota: tutto bene quel che finisce bene.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.