Ecco, ne ha combinata un’altra delle sue

Letto così, il titolo ha un non so che di apocalittico o di retorica paterna, che in fondo poi non sono proprio la stessa cosa, ma due facce di una medaglia che spesso vengono accostate quando il soggetto in questione è lui, Mario Balotelli, per gli amici Super Mario. L’attaccante italiano del Manchester City, una delle principali fonti di reddito dei giornali scaldalistici, gossippari, di cronaca rosa, o come li volete chiamare, soprattutto d’oltremanica, ne ha combinata un’altra delle sue.

Niente di irrimediabile, sia chiaro, ma siamo certi che anche stavolta le sue prodezze fuori dal campo faranno parlare maggiormente rispetto a quelle sul terreno di gioco. Ora, che l’ex interista non sia proprio l’esempio della professionalità e dell’abnegazione al lavoro non è certo una novità: appartamenti incendiati, freccette tirate ai ragazzini della primavera, sigarette, multe ed incidenti vari con fuoristrada e altre costosissime automobili sono solo alcune delle bizzarrie legate al giovane attaccante.

Da un punto di vista calcistico, Balotelli ha due padri: Roberto Mancini al Manchester City e Cesare Prandelli in Nazionale. Entrambi hanno sempre cercato di spronare il ragazzo a comportarsi in una maniera che potesse apparire come la più professionale possibile, ovviamente per quanto possa esserlo un ragazzo che a vent’anni ha in banca un patrimonio che la stragrande maggioranza delle persone comuni non avrà mai nel corso di una vita.

Proprio di settimana scorsa le ultime parole del ct della Nazionale italiana riguardo il bomber palermitano: “Mario è il miglior attaccante italiano, al 100%. Sappiamo che è un top player ma dovrebbe migliorare il suo atteggiamento“. Parole, forse, premonitive quelle di mister Prandelli, visto che Super Mario è stato pizzicato all’uscita di uno strip club di Liverpool alle 3 del mattino. Un comportamento da un ragazzo di vent’anni che vuol divertirsi, ma se sei un professionista del pallone e il mattino seguente ti devi allenare, a qualcuno il fondoschiena un po’ potrebbe rodere.

La foto dell’avvistamento notturno di Balotelli è stata diffusa dal tabloid britannico “Sun”, secondo il quale il giocatore italiano era sobrio. Ovviamente la levataccia non dev’essere piaciuta ai dirigenti del Man City e all’allenatore Mancini, tant’è che si ipotizza un’esclusione per motivi disciplinari nella gara odierna dei Citizens contro il fanalino di coda Bolton. Nuovi guai in vista, dunque, per Balotelli, rientrato da poco dopo la pesante squalifica di quattro giornate per il pestone ai danni di Parker; gesto che, tra l’altro, era costato all’attaccante la convocazione con l’Italia per l’amichevole persa con gli Stati Uniti.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.