A Brema crolla la Germania. Super Francia con Giroud e Malouda

Cade l’imbattibilità della Germania di Joachim Low. Una grandissima Francia, allenata e messa in campo in maniera magistrale da Laurent Blanc, espugna il Weiserstadion di Brema 2-1 con gol di Giroud e Malouda ottenendo il 18°esimo risultato utile consecutivo. Performance super per i transalpini che imbrigliano una Germania piena zeppa di talenti ma che non ha saputo sfruttare al meglio tutta la sua qualità. Forza di volontà e fame di vittoria, invece, per Lloris e compagni che continuano a guadagnare sempre più consensi dai propri tifosi e dagli addetti ai lavori.

Low e Blanc si affidano alle “giovani promesse” – Joachim Low premia Miroslav Klose con la maglia da titolare e con la fascia da capitano in assenza di Lahm e Schweinsteiger. Dietro di lui un terzetto niente male con Marco Reus, il fenomeno del momento, Mesut Ozil e Andre Schurrle. Nel pacchetto arretrato c’è Tim Weise, padrone di casa, al posto di Manuel Neuer con Hummels e Badstuber centrali, Aogo e Boateng sulle corsie laterali protetti da un’incontrista, Khedira, e un regista, Kroos.
Laurent Blanc deve fare i conti con diverse defezioni ma senza paura butta nella mischia Olivier Giroud, attaccante del Montpellier da 16 reti in stagione, con Ribery, Nasri e Valbuena alle sue spalle. Stesso modulo anche per la Francia, quindi, che come diga a centrocampo piazza M’Vila del Rennes e Cabaye del Newcastle mentre in difesa c’è Mexes in coppia con Rami (Valencia) al centro, Abidal e Debuchy terzini. In porta Hugo Lloris, l’estremo del Lione scelto da Laurent Blanc come capitano anche per i prossimi Europei.

Olivier Giroud si presenta al grande calcio – Al “Weserstadion” di Brema, Germania e Francia danno vita ad un amichevole ricca di spunti tecnici e tattici. Nonostante le tante assenze di rilievo come i vari Goetze, Lahm, Schweinsteiger, Remy e Benzema su tutti, il ritmo del match è godibile, merito dei tanti giovani schierati in campo da Low e Blanc e di un ritmo di gara decisamente alto.

Nei primi minuti fa un pò fatica la Francia ad arginare le folate offensive dei padroni di casa che si presentano un paio di volte dalle parti di Lloris ma con il passare dei minuti, i transalpini trovano la quadratura del cerchio aspettando la Germania e ripartendo in contropiede. Al 15′ primo affondo per la Francia che costringe Wiese all’intervento decisivo sul colpo di testa di Cabaye. E’ solo il preludio al gol perché dopo l’ennesima palla persa sulla trequarti da Ozil e compagni, al 21′ Debuchy (terzino destro in forza al Lille) parte in contropiede, palla al centro per Olivier Giroud che di piatto sinistro batte Wiese, 1-0 Francia. E’ il primo gol in Nazionale per l’attaccante del Montpellier, classe 1986, fermo a quota 16 in Ligue 1. Il gol spegne la luce al centrocampo tedesco che perde nettamente il confronto con Cabaye e M’Vila e rischia più volte di capitolare in contropiede. Germania che va avanti soltanto con sfuriate offensive mal organizzate come al 31′ quando Klose arriva davanti a Lloris, destro ad incrociare, messo in angolo però da Mexes.
Poco più tardi va in scena il personalissimo duello tra l’attaccante della Lazio e il portiere del Lione; il bomber biancoceleste arpiona in area il calcio di punizione di Kroos ma si trova di fronte il corpo dell’estremo transalpino, l’azione poi prosegue, altro cross di Kroos (scusate il gioco di parole), Badstuber a botta sicura centra il palo con deviazione ancora di Hugo Lloris.
Nel finale di tempo altre due importanti occasioni per i padroni di casa sempre con Miro Klose, destro al volo sporcato da Cabaye sul più bello, e con Mesut Ozil che sfiora il palo alla sinistra di Lloris con un potente diagonale dai 20 metri.

Francia in grande spolvero, Germania rimandata – La ripresa comincia con delle novità di formazione per Joachim Low che inserisce Mario Gomez e Howedes al posto di Klose e Badstuber. Staffetta anche per Ribery che abbandona il campo per far posto a Jeremy Menez. Gli uomini cambiano non certo il canovaccio tattico: la Germania è in difficoltà, non riesce a mantenere una certa costanza nel gioco al cospetto di una Francia che invece dimostra un gran fraseggio, tanta qualità e delle verticalizzazioni fulminee.
Al 53′ azione dubbia con Nasri che calcia verso la porta, sulla traiettoria c’è il braccio di Boateng ma per Paolo Tagliavento non ci sono gli estremi per il calcio di rigore tra le timide proteste del calciatore del Manchester City. La Francia prende totalmente il sopravvento, sembra anche più fresca atleticamente rispetto ai tedeschi, e sfiora il raddoppio al 55′ con Debuchy, gran botta dai 35 metri respinta con i pugni da Wiese. La formazione di Laurent Blanc strappa applausi e al 69′ arriva puntuale il gol del 2-0 che porta la firma di Florent Malouda, appena entrato al posto di M’Vila, bravo a mettere dentro il cross dalla destra di uno scatenato Debuchy.
La Germania non vede palla e dalle tribune del Weiserstadion cominciano ad arrivare i primi fischi dei tifosi tedeschi. Un tentativo di risposta si registra all’80’ con Ozil, il migliore dei suoi, che fa viaggiare sulla destra Boateng, cross per Kross che si avvita di testa ma la sfera termina di poco a lato. All’82’ altra straordinaria azione per i francesi con Jeremy Menez in fuga, palla tra le linee per il neo entrato Saha che batte in uscita Wiese ma Tagliavento ferma tutto per la posizione irregolare dell’attaccante del Tottenham. La gara prosegue senza grossi sussulti verso il 90′ ma al 1′ di recupero ecco la zampata del brasiliano naturalizzato tedesco, Geronimo Cacau (attaccante dello Stoccarda) che indisturbato sul secondo palo batte Lloris dopo il perfetto traversone dalla destra di Tony Kroos. Un gol che rende meno amara la serata da dimenticare per la Nazionale di Low.

GERMANIA – FRANCIA 1-2

Germania: Wiese, Boateng, Hummels, Badstuber (45′ Howedes), Aogo, Khedira (70′ Bender), Kroos, Reus (70′ Cacau), Ozil, Schurrle (44′ Muller), Klose (45′ Mario Gomez). A disp.: Neuer, Trasch, Schmelzer, Rolfes. All.: Joachim Low.
Francia: Lloris, Debuchy, Rami, Mexes, Abidal, M’Vila (62′ Malouda), Cabaye (62′ Diarra), Valbuena (68′ Amalfitano), Nasri, Ribery (45′ Menez), Giroud (76′ Saha). A disp.: Mandanda, Evra, Reveillere, Sakho. All.: Laurent Blanc.
Arbitro: Paolo Tagliavento.
Marcatori: 21′ Giroud, 69′ Malouda, 91′ Cacau.
Note: Ammoniti Mexes, Bender.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it