Napoli, De Laurentiis il rivoluzionario

Nel corso della trasmissione di Sportitalia ‘Che DomenicA’ il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha attaccato senza giri di parole i presidenti di Fifa e Uefa, Sepp Blatter e Michel Platini, dicendosi pronto a rivoluzionare il calcio.

Per il presidente azzurro i dirigenti dei massimi organismi calcistici mondiali sono troppo attaccati alla poltrona e hanno una visione antica del calcio che penalizza società e tifosi. “Perché è difficile competere ad alti livelli su tre fronti? Perché c’è una visione del calcio antica che viene dai vari Blatter e Platini, padroni del calcio che non capiscono che sono i club a far girare il mondo del calcio e quindi dovrebbero essere i veri padroni e gestire risorse e calendari. Ma parlare con loro di questo è quasi impossibile perché sono troppo attaccati alle loro poltrone e pensano solo a far carriere e non al bene comune. Questa visione penalizza tantissimo i tifosi e le società. – continua De Laurentiis proponendo una soluzione – Rivoluzione? A me piacerebbe creare una lega coi 100 club più importanti d’Europa che possano fare pressione su queste organizzazioni esterne alle società. Non è più possibile che i club vengano trattati come bambini”.

Il progetto di una lega dei grandi club europei è da tempo in cantiere, ma mai nessuno ha fino ad oggi osato sfidare i ‘padroni del calcio’ di Uefa e Fifa. Chissà se ci riuscirà il Masaniello De Laurentiis.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.