Carling Cup: trionfo al cardiopalma del Liverpool ai rigori

Emozioni a non finire nella finalissima dell Carling Cup 2012. Allo stadio “Wembley” di Londra, si affrontavano il Liverpool ed il Cardiff City, squadra di Championship, l’equivalente inglese della Serie B italiana. Vittoria al cardiopalma per i Reds di Kenny Dalglish, che superano i coriacei gallesi solo ai calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari e quelli supplemnetari si erano chiusi sul risultato di parità di 2-2. Per il Liverpool si tratta dell’ottavo trionfo in questa competizione.

Era proprio il Cardiff ad andare in vantaggio per primo al 19′ della prima frazione con un goal dell’irlandese Mason, che, assistito alla perfezione da Miller, superava l’estremo difensore dei Reds, Reina. Subito il goal, Gerrard e compagni cercavano di ristabilire la parità, ma i primi 45′ di gioco si chiudevano sul vantaggio gallese.

Rete dell’1-1 che arrivava al 60′ grazie al difensore slovacco Skrtel sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Tempi regolamentari, dunque, che si chiudevano sul punteggio di parità, rendendo necessari i supplementari.

Nell’extra time erano i Reds a passare in vantaggio con l’olandese Kuyt, che segnava con un bel tiro sul primo palo il momentaneo 2-1 al 108′. Sembra fatta, ma a due minuti dal 120′ il Cardiff pareggiava con Turner, infrangendo i sogni di gloria del Liverpool e rimettendo in carreggiata i suoi.

Si andava così ai calci di rigore dove succedeva l’incredibile: sbagliano cinque rigoristi su nove e, col Liverpool in vantaggio, si arrivava al rigore decisivo per il Cardiff. Dal dischetto andava Anthony Gerrrard, cugino di Steven, il capitano dei Reds, che calciava fuori. Finiva così, con la vittoria per 5-4 del Liverpool sui gallesi dopo i calci di rigore.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.