Il post-gara di Milan-Juve. Allegri: “Forse hanno sbagliato a tracciare la linea di porta…”. Conte: “Un errore per parte, il Milan meritava di più”

C’è solo un aggettivo con il quale si può considerare Milan-Juventus: incandescente! Anche il post partita è stato caratterizzato da accese discussioni e frecciatine tra i diretti interessati. Gol validi non assegnati, offside inesistenti, rossi non dati e tanto altro ancora. Ai microfoni di Sky si è presentato per primo il tecnico del Milan, Massimiliano Allegri, che non ha certo smorzato i toni, tutt’altro: “L’episodio di Muntari ha falsato nettamente la partita. Forse hanno sbagliato a tracciare la linea del campo o non so cosa sia potuto succedere. E’ stato davvero un episodio simpatico ma voglio fare i complimenti alla squadra che ha fatto una grande partita – spiega infuriato il mister toscano – Non c’è bisogno di farmi rivedere l’immagine più volte. Se il segnalinee va verso il centro del campo è gol e non ci sono dubbi, la partita cambia. Questo episodio ci ha creato un danno, sul 2-0 la partita è nettamente diversa. Questo dimostra il fatto che (riferendosi alle recenti lamentele di Antonio Conte) è meglio star zitti. Qualcuno che non è abituato farebbe meglio a starsene zitto. Queste sono battute, mi diverto“.

Allegri ha poi continuato l’intervista: “La Juventus è imbattuta e sta facendo delle grandissime cose, stasera avevo scelto di pressarli più alti fin quando era possibile o comunque togliergli spazio per le ripartenze. La scelta ha pagato, abbiamo tenuto bene il ritmo poi alla fine abbiamo avuto il calo che ci può stare nonostante i ragazzi abbiano sbagliato 3-4 contropiede che non andavano falliti. Sono comunque contento dei ragazzi perchè siamo ancora in testa al campionato, era uno sparti-acque importante, a questo punto le chance di vittoria sono 50 e 50“.

E’ stata poi la volta di Antonio Conte che ai microfoni di Sky ha anche avuto un diverbio abbastanza acceso con il commentatore Zvonimir Boban, poi placato con delle scuse reciproche: “Complimenti al Milan perché ha fatto 60 minuti di grandissimo livello, ci ha messi in grande difficoltà con le nostre stesse armi, corsa e cattiveria. Nel demerito nostro vedo grandi pregi da parte loro, è inevitabile che era un pò difficile portare quei ritmi fino al 90′, dopo il crollo siamo stati bravi, anche con i nuovi entrati, ad arrivare al pareggio. Dopo questa partita non voglio parlare di scudetto, chi ha visto la partita ha capito che siamo stati bravi e fortunati a pareggiare la partita ma il Milan è una squadra molto forte che nonostante i tanti assenti ha giocato una gran partita“.

L’ex Bari e Siena è poi tornato sui tanto discussi episodi che hanno palesemente condizionato la partita: “Questa gara è stata caricata troppo alla vigilia da voi giornalisti. C’era un ambiente che non era bello per lo sport, mi dispiace dire questa cosa ma è giusto sottolinearla, gli errori tecnici ci sono stati questa sera, cosa volete che vi dica? Gli errori ci stanno, ne prendiamo atto, uno a favore e uno a sfavore, mi auguro che la situazione si livelli per tutte le squadre, il Milan avrebbe meritato di più sono sincero“.

 

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it