Un rigore a favore e un super Carrizo, il Catania vince facile. Al “Franchi” Siena battuto 1-0

Grande risultato per il Catania di Montella. I rossazzurri sfruttano un calcio di rigore al 22′ del primo tempo trasformato da Lodi e riescono a contenere le iniziative di un Siena propositivo, ma poco fortunato e chiuso da un Carrizo in splendida forma.

Gli uomini di Sannino scendono in campo con un la linea difensiva a quattro formata da Rossettini-Vitiello-Terzi-Rossi. Cucito centrocampo con D’Agostino e Brienza pronti a sovrapporsi, assistiti da Giorgi e Gazzi. In attacco il duo Destro-Calaiò. Montella schiera il suo solito 3-2-5 con tre sorprese. Il tecnico etneo decide di relegare in panchina il giovane Kosicky, dopo i disastri commessi contro la Juve, e manda tra i pali il neo acquisto Carrizo. Trio difensivo composto da Legrottaglie, Spolli e Bellusci, con Izco e Marchese sugli esterni pronti a rientrare in fase di non possesso. In mediana Ricchiuti gioca dal primo minuto come interno di centrocampo affiancato da Lodi e Almiron, mentre in attacco è Catellani ad affiancare Bergessio.

Il match fatica a decollare e bisogna aspettare fino al 17′ per vedere un tentativo di affondo. E’ Bergessio ad involarsi in porta ma la sua conclusione finisce fuori misura. Risponde il Siena con Destro che s’incunea pericolosamente in area avversaria ma è bravo Legrottaglie a scacciare via i pericoli. Un minuto più tardi i padroni di casa si fanno ben più minacciosi con un colpo di testa di Calaiò su calcio d’angolo, ma Carrizo è ben piazzato e blocca il pallone. Il Siena, però, continua a premere e al 20′ con D’Agostino mette alla prova ancora una volta il portiere del Catania, che è costretto a volare per smanacciare un gran tiro dalla distanza. Solo sessanta secondi dopo il Catania trova l’episodio favorevole grazie ad un fallo di mano in area di Gazzi. Calcio di rigore netto per l’arbitro. Dal dischetto Lodi piazza la sfera sulla sinistra di Pegolo e dopo una carambola sul palo interno il pallone entra in rete.

Il Siena non abbassa comunque la testa e si riversa assiduamente nella metà campo avverasria senza tuttavia riuscire a valicare la retroguardia etnea. Il Catania da parte sua non si addormenta e con Almiron cerca di impensierire la difesa bianconera. Ultimo acuto del primo tempo al 40′, con il Catania che con Ricchiuti porta avanti una ripartenza da tre contro tre con gran velocità. L’argentino scarica su Catellani, ma il giovane attaccante si fa ribattere il tiro.

Nella ripresa il Catania si distingue per la sua frizzantezza e si mostra molto propositivo. Catellani si fa vedere più volte davanti a Pegolo, ma è troppo impreciso per castigare i senesi. Al 63′ è Lodi a far venire i brividi ai toscani, con una gran tiro che finisce di poco sopra la traversa. Ma il Siena non molla e la seconda parte della frazione di gioco è tutta sua, contro un Catania che si mantiene per lo più in difesa. Il protagonista da parte degli etnei è il portiere Carrizo, che toglie le castagne dal fuoco alla banda di Montella in più occaioni. Prima un rasoterra di Terzi in area, poi una grande parata su una conclusione di Bogdani. Ma è all’83’ che l’estremo difensore argentino si supera: Destro devia di testa un calcio di punizione e il portiere ha grandi riflessi e ci mette una pezza. Paura per il Catania, anche se comunque l’attaccante bianconero era in fuorigioco.

Il Siena non può certo dire di non averci provato, ma con un buon assetto tattico e un grande Carrizo, il Catania riesce a mantenere il vantaggio fino al termine dei novanta minuti. Per i bianconeri piove sul bagnato. La squadra di Sannino scende sempre più verso la zona calda della classifica e rimane al di sopra di un Lecce che ultimamente sta dimostrando di voler recuperare il tempo perduto. Per il Catania è una vittoria importantissima, che la fa volare a quota trenta punti in una posizione sicuramente molto tranqnuilla per l’obiettivo salvezza.

 

TABELLINO

SIENA-CATANIA 0-1
Siena (4-4-2):
Pegolo; Vitiello, Terzi, Rossettini, Rossi; Giorgi (29′ st Gonzalez), D’Agostino (15′ st Vergassola), Gazzi, Brienza; Destro, Calaiò (20′ st Bogdani). A disp.: Farelli, Pesoli, Belmonte, Mannini. All.: Sannino.
Catania (3-5-2): Carrizo; Bellusci, Legrottaglie, Spolli; Izco (9′ st Llama), Lodi, Ricchiuti (15′ st Seymour), Almiron, Marchese; Catellani (30′ st Biagianti), Bergessio. A disp.: Kosicky, Gomez, Ebagua, Lanzafame. All.: Montella.
Arbitro: Russo
Marcatori: 22′ rig. Lodi
Ammoniti: Calaiò, Gazzi (S), Legrottaglie, Carrizo (C)
Espulsi: nessuno

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.