Ecco i nomi per il dopo Reja. Uno è clamoroso

L’allenatore di calcio è da sempre uno dei mestieri a più alto rischio licenziamento. Se la squadra va male, il tecnico è il primo a pagare; se la squadra va bene, ma non benissimo, è ancora lui il primo a pagare; se la squadra è terza in classifica, indebolita dopo il mercato di gennaio e ancora in corsa per l’attuale Europa League, il primo a pagare rimane sempre e solo lui. Nel caso Edoardo, detto Edy, Reja, allenatore friulano della Lazio.

L’ex mister del Napoli non è mai stato un simpaticone, è vero, ma il proprio lavoro lo ha sempre svolto in maniera ligia e professionale. Ne è dimostrazione il positivo campionato sin qui disputato dalla sua formazione che, tra mille difficoltà e promesse di mercato non mantenute da qualcun’altro, ha piazzato i biancocelesti al terzo posto in graduatoria, vincendo tra l’altro, un derby capitolino che dalle parti di Formello vedevano sfuggirsi da diverso tempo.

Ora, però, siccome il calcio è una scienza indefinita ed indecifrabile, gli ultimi due ko, fragorosi in verità, contro Atletico Madrid in coppa e, soprattutto, Palermo in campionato, con quella simpatica manita sbattuta in faccia ai portabandiera dell’aquila Olimpia, stanno facendo tremare i polsi al flemmatico Reja. Nell’ambiente della capitale, già si parla di un esonero del mister di Lucinico e dei probabili sostituti. Forse è solo fantamercato, ma i nomi che circolano sono abbastanza interessanti.

Il primo potrebbe essere una soluzione interna, ovvero affidare la squadra a Simone Inzaghi, uno che tra le fila della Lazio ha giocato parecchio e che attualmente allena gli allievi nazionali. Il fratello minore di Filippo, potrebbe fare semplicemente da traghettatore in vista di un esonero imminente di Reja. Secondo i bene informati, molto dipenderà dalla sfida di giovedì al “Vicente Calderon” contro l’Atletico nel return match dei sedicesimi di Europa League.

Oltre al più piccolo degli Inzaghi, si vocifera di un interesse di Lotito per Mazzarri, pista evidentemente molto molto complicata da percorrere, mentre si fanno insistenti le voci che vedrebbero dalla prossima stagione sulla panchina laziale niente popò di meno che Vincenzo Montella, uno che ha giocato per anni con la Roma e di cui è stato anche allenatore, ma soprattutto uno che in un derby di qualche anno fa ha segnato ben quattro reti alla Lazio.

Per ora, lo ripetiamo, è solo fantamercato, ma, dopo aver visto Leonardo sedersi sulla panchina dell’Inter, dopo una vita calcistica passata in via Turati, non sarebbe uno scandalo vedere l’aeroplanino Montella dirigersi verso la panchina laziale ed allenare l’avversario di mille battaglie.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.