Serie A, 24/a giornata: il Lecce schianta il Siena e spera nella salvezza

Nel lunch match della 24/a giornata di Serie A, importantissima vittoria in chiave salvezza del Lecce al “Via del mare”. I giallorossi di mister Cosmi schiantano con un sonoro 4-1 il Siena del tecnico Sannino, in un vero e proprio scontro diretto nelle zone basse della classifica. Vittoria meritata per i salentini, che hanno disputato un grandissimo secondo tempo. Su tutti, i due colombiani dei pugliesi, Muriel e Cuadrado, autori di un’ottima partita.

Eppure erano stati gli ospiti ad andare in vantaggio con Del Grosso, ma prima Muriel ha pareggiato i conti prima della fine del tempo, poi Di Michele su rigore, Cuadrado e Brivio nel recupero hanno regalato 3 punti fondamentali per la rincorsa alla salvezza. Lecce, che in virtù della vittoria odierna, sale a quota 21 punti, rimanendo comunque terz’ultimo, a due lunghezze proprio dai toscani, che rappresentano, al momento, la formazione di riferimento per la quota salvezza.

LA CRONACA

Primo tempo dell’incontro scoppiettante. Dopo una fase iniziale abbastanza contratta, con il gioco che si sviluppa principalmente a centrocampo, nascono le prime occasioni: Rossettini da una parte e Giacomazzi dall’altra vanno vicini al punto del vantaggio, entrambi su azione da calcio piazzato. Equilibrio che viene rotto dalla rete toscana siglata da Del Grosso: il brasiliano Angelo, dopo uno scambio con Brienza, se ne va sulla corsia di destra, mette al centro dove l’accorrente esterno sinistro bianconero piazza il pallone alle spalle di Benassi con un preciso piattone.

Reazione salentina che non si fa attendere più di tanto, visto che, dopo soli 7’ dal vantaggio ospite, i ragazzi di mister Cosmi trovano il pareggio col colombiano Muriel, che, dopo un’azione confusa sugli sviluppi di un corner , trova la deviazione vincente su un tiro di Di Michele. Primo tempo che non ha ulteriori sussulti significativi e che si chiude dopo 1’ di recupero, sul risultato di 1-1. Bene il Siena, molto aggressivo, Lecce che a volte sbanda in difesa, ma voglioso dei 3 punti.

Secondi 45’ di gioco che si aprono con un gli ospiti più convinti, che cercano di ripassare in vantaggio. Ottima occasione per Calaiò al 55’, ma il portiere leccese anticipa il bomber bianconero proprio all’ultimo secondo. Partita che subisce una svolta al 68’: grandissima azione di Muriel, che salta 4 avversari e viene steso in area da Gazzi. È rigore che David Di Michele non sbaglia per il 2-1 leccese. Siena che prova il tutto per tutto, passando ad un più offensivo 4-3-3, ma veri pericoli dalle parti di Benassi non arrivano.

Anzi, è il Lecce a trovare il goal del 3-1: stavolta è lo scatenato Cuadrado a segnare, dopo un’azione incredibile, saltando avversari e beffando l’estremo difensore senese Pegolo con un bello scavetto. Partita che in pratica si chiude qui, ma c’è ancora il tempo per altre due emozioni. La prima è l’ingenua espulsione del centrocampista salentino Blasi, autore di un fallo di reazione su Destro che il signor Rizzoli sanziona col rosso diretto; l’altra è il quarto goal del Lecce, a tempo abbondantemente scaduto, con Brivio che devia un calcio di punizione. Al “Via del mare” termina 4-1 per i giallorossi padroni di casa.

IL TABELLINO

LECCE-SIENA: 4-1 (1-1)

LECCE (3-5-2): Benassi; Oddo, Carrozzieri, Esposito (12’pt Di Matteo); Cuadrado, Giacomazzi, Blasi, Obodo (59’st Bertolacci), Brivio; Muriel (46’st Delvecchio), Di Michele. A disp.: Julio Sergio, Giandonato, Bojinov, Corvia. All.:Cosmi.

SIENA (4-3-1-2): Pegolo; Rossettini, Terzi, Contini (71’st Giorgi); Angelo, Parravicini (52’st Gazzi), Vergassola, Del Grosso; Brienza; Reginaldo (58’st Destro), Calaiò. A disp.: Farelli, Belmonte, D’Agostino. All.: Sannino.

Arbitro: Rizzoli (Bologna)

Marcatori: 25’ Del Grosso (S), 32’ Muriel (L), 68’ rig.Di Michele (L), 82’ Cuadrado (L), 94’ Brivio (L)

Ammoniti: Obodo, Carrozzieri, Cuadrado (L), Reginaldo, Terzi, Rossettini, Del Grosso, Vergassola (S)

Espulsi: Blasi (L)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.