Inter, la rivoluzione parte dall’alto…

Non è un mistero che le recenti disastrose prestazioni dell’Inter abbiano portato Massimo Moratti a rimettere tutti in discussione. Allenatore, calciatori e dirigenti sono finiti nell’occhio del ciclone dopo la sconcertante battuta d’arresto di venerdì sera contro il Bologna. Sarà rivoluzione? Può darsi ma non riguarderà solo i giocatori, che comunque continuano ad apparire poco affamati e anche un po’ avanti con l’età.

 La dirigenza neroazzurra, in particolare il Ds Ausilio e il Dt Marco Branca, si è dimostrata priva di idee nella campagna di rafforzamento estiva e anche nell’ultimo mercato di gennaio. Proprio per questo la loro bocciatura pare definitiva con Moratti che avrebbe individuato in Pantaleo Corvino la figura ideale per la ricostruzione interista. Si dovrà battere la concorrenza della Sampdoria, non soddisfatta pienamente del lavoro di Pasquale Sensibile ma soprattutto quella dei Della Valle che, dopo averlo messo (giustamente) in discussione per l’ultimo mercato estivo viola, sembrano aver deciso di rinnovargli la fiducia offrendo un nuovo contratto.

Si saprà qualcosa di più nei prossimi giorni. I tifosi interisti attendono, sperando in qualche positiva novità.

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.