Juventus, Cobolli Gigli attacca la nuova dirigenza

L’ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli intervistato da ‘Sky Sport 24′ ha attaccato la dirigenza e il tecnico bianconero dopo le dichiarazioni sugli arbitraggi delle ultime settimane. Per l’ex dirigente la Juventus dovrebbe sfruttare maggiormente le occasioni create anziché attaccarsi agli errori arbitrali.

“Se la Juve segnasse qualche gol in più ci sarebbero meno occasioni per lamentarsi, questa squadra crea tantissimo, ma non è capace di concretizzare le occasioni, risultando deficitaria in attacco – esordisce Cobolli Gligli parlando poi della polemica arbitrale – Dovremmo, con fede sportiva, pensare che gli arbitri sono uomini che possono sbagliare, e non vedere sempre dei complotti dietro i loro errori. Certo dal punto di vista numerico è strano che una squadra come la Juve, che gioca sempre all’attacco, abbia ricevuto solo un rigore a favore, ma non credo che nelle stanze dell’associazione arbitri sia stata studiata a tavolino una strategia contro i bianconeri per non assegnargli rigori”.

Parole che vanno in netta controtendenza rispetto a quelle pronunciate nei giorni scorsi dal tecnico Antonio Conte e dal direttore generale Beppe Marotta, che accusavano gli arbitri di ritenere giustificabile, dopo lo scandalo calciopoli, lo sbagliare contro la Juventus non assegnando rigori solari alla squadra bianconera nel corso di questo campionato, che vede i torinesi lottare per lo scudetto.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.