Inter in caduta libera. Il Bologna passeggia a Milano. A San Siro finisce 0-3!

Ad un anno dallo scoppio della rivoluzione libica, e a un quinto di secolo dall’inizio di “Mani Pulite”, Inter e Bologna scendono in campo gli uni per scacciare la crisi in cui sono caduti dopo le sconfitte con Roma e Novara, gli altri per tirarsi fuori dalla lotta per non retrocedere. Per vedere il primo tiro in porta bisogna aspettare il 10′, quando Wesley Sneijder ci prova da fuori area, ma il pallone è facile preda di Gillet. Locali vicini al gol, neanche a dirlo, al 17′: angolo battuto dallo olandese ex-Utrecht e Real Madrid, Maicon, liberissimo, colpisce di testa, ma il portiere ospite salva il risultato, quasi sulla linea di porta, con la mano sinistra. Gli ospiti iniziano a farsi vedere al 28′, con una punizione calciata da Diamanti con il mancino ad effetto, ma Julio Cesar blocca la palla in due tempi. Alla mezz’ora di nuovo padroni di casa in avanti con Forlan, che spara addosso al numero uno ospite in uscita bassa. I rossoblu, nel giro di soli 60 secondi, mettono al sicuro il risultato con una doppietta di capitan Di Vaio il quale, nel primo caso, manda per le terre Nagatomo con una efficace finta, nel secondo avvalendosi d’un malinteso tra Ranocchia ed il suo portiere, e si va negli spogliatoi con questo parziale. I nerazzurri vogliono riaprire l’incontro: al 58′, Nagatomo entra in area e serve Forlan, ma il suo piatto mancino non crea grattacapi all’estremo difensore ospite. Poi è la volta di Ranocchia, il quale cerca di trasformare in marcatura il cross proveniente da punizione d’Wesley Sneijder, ma il portiere rossoblu risponde presente, deviando in angolo. All’84’ i felsinei chiudono i conti: Acquafresca, subentrato dieci minuti a Di Vaio, passa in mezzo a tre giocatori avversari, poi libera il sinistro, e non lascia scampo al numero uno locale. Con questa diventano tre le sconfitte consecutive per l’Inter, mentre il Bologna si issa a quota 25 punti, e Di Vaio si porta ad 8 reti segnate nella classifica cannonieri. Se questi sono i presupposti, martedì l’OM farà un sol boccone della squadra di mister Ranieri.

TOP: Di Vaio, ha cambiato la partita con i suoi centri.
Flop: J. Cesar, non è esente da responsabilità sullo 0-2.

INTER (4-4-2): J. Cesar 3; Maicon 5, Lucio 4, Ranocchia 3, Nagatomo 5; Javier Zanetti 5,5, Faraoni 5,5 (68′ Castaignos 5), Cambiasso 5, Wesley Sneijder 5, Forlan 4 (61′ Poli 6), Pazzini 5. All.: Ranieri 4.
BOLOGNA (5-3-2): J. Gillet 7; Garics 6, Raggi 7, Portanova 6, Antonsson 6.5, Morleo 6; Diego Perez 7, Mudingayi 7, Gaston Ramirez 7 (69′ Panagiotis Kone 6); Diamanti 7 (57′ Taider 6), Di Vaio 8 (75′ Acquafresca 7). All.: Pioli 8.
MARCATORI: 37′ e 38′ Di Vaio, 84′ Acquafresca (B).
ARBITRO: Damato 6.
NOTE: Ammoniti 31′ Diamanti (B), 39′ Wesley Sneijder (I).

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it