Champions League, ottavi di finale – Bayer Leverkusen-Barcellona 1-3, super Sanchez

Sotto la pioggia di Leverkusen, il Barcellona ipoteca la qualificazione ai quarti di finale della Champions.

Primo tempo avaro d’emozioni, a  parte il vantaggio catalano: al 40′ Messi, nel cerchio di centrocampo, stoppa e controlla il pallone, s’avvede dello scatto d’Alexis Sanchez e lo serve con un perfetto esterno mancino, ed il numero 9 spagnolo, una volta giunto a tu per tu con Leno, lo supera facendogli passare la palla in mezzo alle gambe, ed il primo tempo termina con questo risultato. Il Bayer Leverkusen, nella ripresa, accende la partita, grazie al gol di Michal Kadlec.Il numero 24 tedesco sfrutta il cross di Friedrich e segna il pareggio, con un perentorio colpo di testa. Gli ospiti non ci stanno e tornano subito a condurre: al 54′ è di nuovo l’asse Messi-Alexis Sanchez a perforare la difesa locale, con il secondo che, prima di depositare in rete, dribbla anche il portiere di casa. Brividi per i campioni d’Europa in carica, al 63′: Gonzalo Castro, imbeccato da Renato Augusto, tenta il mancino di prima intenzione, ma la sfera colpisce il palo interno e torna in campo. Il conto dei legni si pareggia al 71′: il 3 volte Pallone d’Oro Europeo va via con un tunnel a Friedrich, poi effettua il cucchiaio per tentare di scavalcare il portiere locale, ma la palla si stampa sul palo esterno e si spegne sul fondo. Dieci minuti più tardi, lo scatenato Alexis Sanchez metterebbe a segno la sua tripletta, ma l’arbitro aveva fermato il gioco per una posizione irregolare di Fabregas. Non è da Messi non “timbrare”: infatti l’argentino, all’88’, s’avvale dell’assist di Daniel Alves e, lasciato colpevolmente solo al centro dell’area dalla retroguardia di casa, non ha difficoltà nel realizzare la marcatura dell’1-3, rendendo vano il tentativo di salvataggio sulla linea da parte d’un difensore avversario. I ragazzi di Guardiola erano sì privi degli infortunati Xavier Hernandez (recordman della squadra, 608 presenze) e Villa (il quale salterà anche gli Europei), ma l’undici di Dutt lamentava assenze ben più pesanti, come Derdiyok, il vero terminale offensivo delle “Aspirine” e, soprattutto, Ballack. Ora, al Camp Nou, i tedeschi dovranno compiere una vera e propria “Mission Impossible”.

 

IL TABELLINO

BAYER LEVERKUSEN-BARCELLONA 1-3 (0-1)

BAYER LEVERKUSEN (4-1-4-1): Leno; Corluka (90′ Da Costa), Schwaab, Friedrich, Michal Kadlec; Reinartz; Schurrle (89′ Bellarabi), Bender, Rolfes (76ì Kiebling), Gonzalo Castro; Renato Augusto. All.: Dutt.

BARCELLONA (4-4-2): Victor Valdes; Daniel Alves, Puyol, Mascherano, Abidal; Iniesta (60′ Thiago Alcantara), Busquets, Fabregas, Adriano (69′ Pedro Rodriguez); Messi, Alexis Sanchez (85’Cuenca). All.: Guardiola.

MARCATORI: 40′ Alexis Sanchez (B), 51′ Michal Kadlec (L), 54′ Alexis Sanchez, 88′ Messi (B).

ARBITRO: Thompson (SCOTLAND).

AMMONITI: 7′ Schwaab, 51′ Corluka, 79′ Gonzalo Castro (L), 86′ Thiago Alcantara (B).

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it