Il futuro del “Mou”, e il deja vù nerazzurro

Josè Mourinho è in rotta con il Real Madrid. E fin qui nessuna novità. Quello che sorprende è il possibile intreccio del suo destino con un “pezzetto” di Inter. Già, perchè, accantonate le voci di un possibile ritorno al Chelsea, il tecnico portoghese potrebbe scalzare di nuovo la panchina di un certo allenatore.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sconfitta contro il Barcellona al Bernabeu, a cui sono seguite critiche e contestazioni dei sostenitori delle merengues contro il tecnico lusitano. Da qui la voglia di Mouinho di lasciare la guida del Real a fine stagione.

Secondo l’emittente televisiva spagnola Punto Pelota pare che l’agente del tecnico dei Blancos si sia messo già in contatto con il club del Manchester City. E non è tutto. La trattativa tra Mourinho e gli sceicchi proprietari dei Citizens sarebbe già in fase di svolgimento, con la società britannica che si sobbarcherebbe il pagamento della clausola di rescissione di ben venti milioni di euro a cui Mourinho è sottoposto.

Secondo quanto rivela il giornale spagnolo Sport, inoltre, dopo che lo sceicco Mansour aveva offerto dodici milioni allenatore portoghese lo scorso anno, non avrebbe alcun problema a sborsarne altri otto per liberare il tecnico ex Inter.

Ecco che così potrebbe profilarsi all’orizzonte un deja vù, che rimanda a qualche anno fa: ancora una volta Mourinho subentrerebbe a Roberto Mancini, proprio come fece nel 2008, quando l’italiano sedeva sulla panchina dell’Inter.

 

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.